English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


IN CASA TASSONI ARRIVA IL FIOR DI SAMBUCO - 01/12/2015
Con 200 anni di storia e oltre 100 di scelte comunicative d’avanguardia, la Cedral Tassoni continua a produrre i propri aromi come un tempo per offrire ai consumatori bibite naturali dalla filiera altamente controllata. Oggi Tassoni si presenta al pubblico con la linea dei liquori completamente rivisitata, recuperando antiche ricette e storiche etichette: 9 prodotti premium – Anice, Menta Glaciale bianca e verde, Cedral Duplex, Acqua di Tutto Cedro, Cedralina, Bitter, Amaro e Sambuca – rinnovati per incontrare i gusti di un cliente sempre più evoluto e attento alla qualità. La grande sorpresa è l’inaspettata fioritura autunnale, che porta sul mercato delle bevande sodate premium il Fior di Sambuco Tassoni, dopo la mitica Cedrata creata negli anni Cinquanta e la più recente Tonica Superfine Tassoni. Il Fior di Sambuco Tassoni è una bevanda analcolica gassata con estratto di fiori di sambuco e scorze di limone distillate che completano la fragranza. Venduta nella classica bottiglietta Tassoni da 180 ml, in cluster da 4 o 6 pezzi, presenta un’etichetta che unisce sotto il logo aziendale il colore violaceo delle bacche e il bianco dei fiori del sambuco.

BENVENUTA ALLA LITRO TAPPO A VITE - 01/12/2015
Una delle principali novità di fine 2015 firmata Acqua S.Bernardo è il completamento della gamma delle bottiglie di vetro, con la litro tappo a vite. Si tratta di un formato molto richiesto sia nella ristorazione sia nel canale porta a porta, ma che S.Bernardo non aveva mai prodotto. Da oggi entra quindi a fare parte della famiglia di Acqua S.Bernardo una nuova “goccia”, le caratteristiche bottiglie disegnate da Giorgetto Giugiaro. Per tutta l’azienda è stato un ulteriore sforzo, dato che in pochi mesi ha tenuto a battesimo tre nuovi formati, ossia la 75 cl. di vetro con acqua gasata, la mezzo litro Pet Premium – in lizza come “Prodotto innovativo dell’anno” di settore – e ora la litro con tappo a vite, che tanti clienti chiedevano. S.Bernardo cerca sempre di ascoltare le esigenze del settore Horeca che considera strategico per il proprio sviluppo. Dal mese di settembre ha avviato il contest fotografico sul social network Facebook #offresanbernardo” riservato al canale della ristorazione e ai suoi preziosi clienti.

QUARANTA VOLTE EXPO RIVA HOTEL - 01/12/2015
Proseguono i preparativi per la 40a edizione di Expo Riva Hotel, la fiera dedicata al mondo dell’Ospitalità e della Ristorazione professionale che si terrà nel quartiere fieristico di Riva del Garda (Tn) dal 31 gennaio al 3 febbraio 2016. Nata in uno dei principali distretti turistici italiani, Expo Riva Hotel è da sempre patrocinata da Federalberghi e Federturismo Confindustria e rappresenta oggi una delle 3 fiere di settore più partecipate del Paese. 34.000 mq. suddivisi in 6 padiglioni espositivi con 4 grandi aree tematiche: Indoor & Outdoor Contract, Coffee & Beverage, Food & Equipment, Eco-Wellness & Consulting, è questa l’essenza di Expo Riva Hotel, un appuntamento imperdibile per gli operatori del mondo Horeca che desiderano essere costantemente aggiornati sulle novità e tendenze del settore. Numerose le iniziative organizzate nelle 4 giornate, con una importante novità che riguarda il segmento Beverage: l’inserimento di Solo- Birra, l’area dedicata ai microbirrifici del Trentino Alto Adige, che porteranno in fiera le loro selezioni.

COCA-COLA HBC ITALIA PUBBLICA IL RAPPORTO DI SOSTENIBILITÀ 2014 - 01/12/2015
Coca-Cola HBC Italia, principale produttore e distributore delle bevande a marchio The Coca-Cola Company nel Paese, pubblica il Rapporto Socio-Ambientale 2014 e contribuisce con i suoi risultati alla leadership europea e mondiale di sostenibilità ottenuta da Coca-Cola Hellenic Bottling Company nel settore beverage del Dow Jones Sustainability Index. L’azienda italiana prenderà parte all’impegno della multinazionale di diminuire i consumi di acqua e le emissioni dirette di CO2 rispettivamente del 30% e del 50% entro il 2020. L’11a edizione del CSR Report italiano è pubblicata su www.lanostraricetta.it. Il documento è affiancato da altri strumenti pensati per informare anche i non esperti in materia, tra i quali un innovativo eco-calculator: un’applicazione sul sito per scoprire la propria “percentuale di sostenibilità” e per ricevere consigli su come ridurre l’impronta ambientale nella vita quotidiana. «I nuovi impegni del Gruppo – dichiara Vitaliy Novikov, AD di Coca-Cola HBC Italia – riflettono il ruolo guida dell’azienda nel settore beverage: in Italia contribuiremo a centrare gli obiettivi implementando programmi di riduzione dei consumi di acqua ed energia negli stabilimenti».

COLLESI LANCIA LA SUA NUOVA BIRRA DELLE FESTE: LUCE - 01/12/2015
Quest’anno il brindisi delle feste più esclusivo e originale è con Collesi: il birrificio artigianale marchigiano che piace a Joe Bastianich (e selezionato dal suo gruppo per oltre 100 ristoranti negli USA) ha dedicato una birra speciale limited edition alla magica atmosfera di Natale e Capodanno. Si chiamerà Luce e sarà prodotta esclusivamente per la stagione 2015-2016. Come tutte le Collesi, anche Luce è realizzata osservando l’antica ricetta dei monaci belgi: una birra artigianale ad alta fermentazione, non pastorizzata e con rifermentazione naturale in bottiglia. Ma la nuova birra si distingue anche per la sua personalità unica. Il bouquet di aromi che richiama fiori bianchi, accompagnati da una lieve speziatura, il colore biondo dal perlage fine, mosso da una delicata gasatura, infine la schiuma bianca, compatta e persistente. Una bottiglia prestigiosa, anche per l’inedita etichetta, dal fondo fuxia e marchio color argento. Servita a una temperatura ideale di 6°C, si abbina perfettamente con piatti di pesce o carni saporite, ma può essere degustata anche da sola. Luce è distribuita da D&C e disponibile su richiesta nello stabilimento di Apecchio (PU).

VINCE UN DEGUSTATORE ITALIANO ALLA SFIDA MONDIALE ASSAGGIATORI OLIO D’OLIVA - 01/11/2015
Concorsi di vini, concorsi di distillati, di birre, anche mondiali, di formaggi eccetera. Sono centinaia, ma il Concorso mondiale per selezionare il miglior degustatore di olio d’oliva, non l’avevamo ancora visto. L’ONAOO (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Olio d’Oliva) la più antica scuola di assaggio dell’olio di oliva ha organizzato l’evento il 13 settembre a Milano EXPO 2015. L’assaggio di dodici campioni di olio si è svolto secondo le regole di degustazione (definite dal COI/T20) valutando l’intensità con la quale si percepisce ciascuno degli attributi positivi e negativi. Una ventina di quesiti tecnici miravano a valutare le conoscenze teoriche. Marina Solinas ha vinto la gara tra una trentina di concorrenti provenienti da una decina di Paesi. Il Presidente dell’ONAOO, Lucio Carli, ha evidenziato come la mission della scuola di Imperia rimane quella di insegnare l’assaggio dell’olio, affinché ogni individuo sappia utilizzare al meglio le proprie capacità di valutazione della qualità.

PREMIO BIRRA MORETTI 2015 - 01/11/2015
Riccardo Gaspari, chef di El Brite de Larieto di Cortina d’Ampezzo (Bl) è il vincitore assoluto della quinta edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru, il concorso nazionale che, promosso da Birra Moretti, Official Beer Partner di Expo Milano 2015, in partnership con Identità Golose, invita i talenti della cucina italiana a creare ricette utilizzando la birra sia come ingrediente sia in abbinamento ai piatti. Al termine di un’emozionante performance live, negli spazi di Eataly Smeraldo Milano, con il suo piatto ‘Pizza Moretti’ (che nasce dal classico abbinamento birra-pizza ma utilizza ingredienti di montagna come lo speck e i formaggi locali) ha sbaragliato la concorrenza degli altri 9 giovani finalisti, convincendo la Giuria. Questa la motivazione ufficiale con cui la Giuria ha decretato la vittoria “Per il piatto che ha incontrato il miglior gusto e l’equilibrio degli ingredienti utilizzati. Un piatto di grande semplicità ma preparato con ingegno ed esaltato dall’accompagnamento di un’interpretazione di birra molto interessante e intrigante”. Il giovane chef si è così aggiudicato il premio finale del valore di 10mila euro.Sono 15 le stelle Michelin collezionate dagli 11 componenti della Giuria di questa edizione del Premio. È spettato a loro il compito di decretare il vincitore fra i 10 finalisti in gara. Oltre al Presidente Claudio Sadler, chef del Ristorante Sadler di Milano (2 stelle), hanno fatto parte della Giuria: Heinz Beck e Marco Reitano, chef e sommelier del Ristorante La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri di Roma (3 stelle); Andrea Berton, chef del Ristorante Berton di Milano (1 stella); Cristina Bowerman, chef del Ristorante Glass Hostaria di Roma (1 stella); Moreno Cedroni, chef del Ristorante Madonnina del Pescatore (2 stelle) di Senigallia (An); Pino Cuttaia, chef del Ristorante La Madia (2 stelle) di Licata (Ag); Nicola Dell’Agnolo, maître e sommelier del Ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia di Milano (2 stelle); Davide Oldani, chef del Ristorante D’O (1 stella) di Cornaredo (Mi); Giancarlo Perbellini, chef del Ristorante Casa Perbellini di Verona (inaugurato nel dicembre 2014); Viviana Varese, chef di Alice Ristorante presso Eataly Milano Smeraldo (1 stella). A loro si aggiungono Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose e Alfredo Pratolongo, Direttore Comunicazione e Affari Istituzionali di HEINEKEN Italia.

50 ABBINAMENTI DI TENDENZA, ALL’INSEGNA DEL GUSTO E DEL BENESSERE - 01/11/2015
AssoBirra presenta la web app di “Birra io t’adoro”, “Per me una birra” (www. permeunabirra. it), pensata per le giovani donne under 35 che amano gustare questa bevanda senza rinunciare a mantenersi in forma. 50 ricette selezionate e interpretate da un team di esperte e abbinate a un calice (0,20 l) della birra giusta, in un viaggio alla scoperta della nuova tendenza foodie che sa mettere d’accordo gusto e bilancia e sancisce il cambiamento di un’epoca. Perché la birra oggi è sempre più donna: 6 su 10 la consumano regolarmente e il 43% beve birra perché si abbina bene al cibo. Per ogni abbinamento (dalla pasta alla carne, dal crudo al pesce, fino alle ricette vegetariane e alla pizza), oltre alla ricetta, anche l’indicazione delle calorie totali e un commento nutrizionale. L’iniziativa è online da fine settembre e può contare sulla testimonianza di una appassionata d’eccezione come la campionessa di tuffi Tania Cagnotto. La campionessa olimpica infatti, come molte sue coetanee under 35, apprezza la birra.

CONTRASTE, IL RISTORANTE SENZA MENU DI MATIAS PERDOMO - 01/11/2015
Nuova avventura per Matias Perdomo, incontenibile creativo ed ex cuoco del ristorante milanese Pont de Ferr (dove ha lavorato 15 anni) che in data 1° settembre ha aperto in via Meda 2, a Milano, il suo nuovo ‘rivoluzionario’ ristorante, assieme a Thomas Piras e Simon Press. A caratterizzare il Contraste sono le nuove regole, che danno vita a un tipo di ristorante mai visto prima. Qui non esiste una carta con i piatti, o un vero e proprio menu. Sul tavolo campeggia una specie di libretto, che si apre con uno specchio: “Che cosa vedi? La tua faccia. Perché il cliente è al centro della lista”. L’ambizione di Matias infatti è concentrare l’attenzione sul cliente per capire quali piatti servirgli in base al suo umore e ai suoi desideri. L’idea è di chiedere al cliente “Tu cos’hai voglia di mangiare?” e di poterlo accontentare. Il ristorante è ricavato in un ex showroom e dispone di un’ampia sala con camino che accoglie 10 grandi tavoli rotondi, per circa 30 coperti. Per accedervi occorre citofonare perché è collocato in un interno.

PODIO PER LE BIRRE COLLESI: DUE MEDAGLIE AL WORLD BEER AWARDS 2015 - 01/11/2015
Ancora un trionfo per le Birre Collesi, chiamate per la quarta volta in un anno sul podio di una classifica internazionale. È il World Beer Awards 2015 a premiare oggi le uniche due birre Collesi in gara: la nera Maior, con la medaglia d’oro nella categoria “Stout & Porter - Imperial Stout”, e la bionda Ipa, con la medaglia di bronzo fra le “Pale Beer”. La finale che ha premiato le migliori birre del mondo si è tenuta a Londra, dopo un lungo processo di selezione e votazione, che ha coinvolto in qualità di giurati alcuni fra i migliori assaggiatori dei tre continenti, America, Europa e Asia. Il prestigioso riconoscimento rappresenta un punto di riferimento nel settore a livello globale e conferma Collesi come birrificio d’eccellenza, specializzato nella produzione di birre ad alta fermentazione, non pastorizzate, con fermentazione naturale in bottiglia. «Siamo orgogliosi di aver ricevuto ancora una volta l’apprezzamento di appassionati e intenditori a livello mondiale – ha commentato Giuseppe Collesi – e il merito va al grande impegno che ogni giorno accompagna il nostro lavoro. La selezione delle materie prime di qualità, come l’orzo che coltiviamo direttamente nelle nostre Tenute, il rispetto per la tradizione nell’esperienza dei nostri Mastri Birrai, e la riconoscenza per un paesaggio generoso, come il Monte Nerone con il suo clima e la sua acqua purissima… Tutto questo fa parte di una cultura aziendale profonda, e forse rappresenta l’ingrediente essenziale che rende le nostre birre inimitabili». www.collesi.com

Pagine totali: 68 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 ]