TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


UN NUOVO LOOK PER V8+ - 10/11/2017
V8+ Vineyards si veste di un nuovo design accattivante e intrigante. L’ottavo marchio vitivinicolo di Genagricola si presenta, infatti, con un nuovo “abito” che richiama il diamante ed esalta, attraverso una forma ammorbidita, il prezioso contenuto dei vini della “collezione”. Con questa operazione V8+ fonde le due anime a lei proprie: la cura, l’attenzione e l’energia adottate per creare vini che si stanno imponendo nel panorama della spumantistica italiana e internazionale, e un codice comunicativo “energetico” che scaturisce nei colori scelti per le etichette, nel tratto, nel lessico e non da ultimo nella forma delle bottiglie. V8+, che sfrutta il know how in campo tecnologico di Genagricola, una delle più grandi aziende agricole italiane, per creare vini dalla spiccata piacevolezza, con uve provenienti da vigneti di proprietà, si permette di essere scanzonato nei codici espressivi, “pop” e autentico come è per sua natura il Prosecco, arrivato al grande pubblico con immediatezza e semplicità. Questa è l’unicità dei Siori di V8+: spumanti che sanno coinvolgere, in modo immediato e schietto, accompagnando con piacevole freschezza i momenti di convivialità.

COLLEZIONE VINEA LUIGI BORMIOLI, A OGNI VINO IL SUO CALICE - 10/11/2017
Prendendo le mosse dalla grande varietà dell’offerta vinicola italiana, la storica vetreria Bormioli Luigi ha creato la collezione di calici Vinea, dedicata ai vitigni autoctoni più importanti del nostro territorio. Si tratta di una serie di calici soffiati a macchina, in vetro Sonoro Superiore SON.hyx® senza Piombo che li rende eleganti, fini, brillanti e leggeri, dotati delle caratteristiche tipiche del vetro soffiato a bocca, ma più durevoli. Testati in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori, i calici Vinea esprimono in modo ottimale le caratteristiche di ogni singolo vino, esaltandone le qualità organolettiche. A fare la differenza sono le forme e le dimensioni, studiate per equilibrare le sensazioni gustative e tattili del vino. La diffusione degli aromi nei calici avviene in una particolare modalità, detta “ad anello”, che porta l’alcol a concentrarsi verso l’esterno, mentre all’interno si diffondono gli aromi propri del vino. La linea Vinea conta complessivamente 14 referenze: 9 calici, 2 bicchieri stemless, leggeri e maneggevoli (pensati per i contesti più informali) e 3 decanter di diverse dimensioni.

SANPELLEGRINO PREMIATA COME AZIENDA GREEN - 10/11/2017
Sanpellegrino è stata premiata come azienda con la miglior catena di fornitura sostenibile, aggiudicandosi il premio “Vendor rating e acquisti sostenibili 2017”, nella categoria grandi imprese. Il gruppo, leader nel settore delle acque minerali e delle bibite non alcoliche, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento assegnato dalla Fondazione Ecosistemi alle imprese che si sono contraddistinte per aver adottato in modo sistematico criteri di sostenibilità nei propri processi di acquisto e nella qualifica dei propri fornitori presenti sul territorio nazionale e internazionale. Il progetto presentato da Sanpellegrino è stato premiato per la capacità dell’azienda di “sistematizzare l’impegno a migliorare i propri impatti ambientali e sociali attraverso la catena di fornitura”. Il Comitato tecnico-scientifico del premio ne ha apprezzato il sistema di vendor rating molto codificato e certificato esternamente da SEDEX (Supplier Ethical Data Exchange), unito alla scelta di sottoporre i fornitori al questionario di Ecovadis. È stata valutata positivamente anche l’attenzione posta sugli acquisti che più impattano sul prodotto, come il Pet, le materie prime agricole e la logistica, con l’utilizzo massiccio di mezzi “verdi” come il treno o alimentati a LNG (gas naturale liquefatto), il combustibile fossile più green presente oggi sul mercato.

OPIHR WORLD ADVENTURE COCKTAIL COMPETITION 2017 - 10/11/2017
Si è svolta a Milano la finale italiana della quarta edizione della Opihr World Adventure Cocktail Competition, la competizione, giunta per la prima volta anche in Italia, che vede protagonista Opihr Oriental Spiced Gin, il Premium Gin distribuito in esclusiva in Italia da Illva Saronno. Lanciato nel 2013, prende il nome da una leggendaria regione d’Oriente ed è prodotto con raffinate spezie: cardamomo dall’India, piccanti bacche di pepe cubebe dall’Indonesia e coriandolo dal Marocco. A vincere, preparando un twist del classico Hanky Panky, è stato Filippo Laccu, bartender dello Strozzi Caffè di Firenze, dopo aver sfidato Gian Maria Ciardulli dell’Ozium Bar di Guardistallo, che si era classificato primo ex aequo. Dieci i finalisti, provenienti da tutta Italia, che al Felix Cocktail Bar di Milano si sono dati battaglia preparando 2 drink a base di Opihr Oriental Spiced Gin: una rivisitazione del classico Gin & Tonic e un drink dai sapori esotici e speziati.

UN VIGNETO RITROVATO PER MONTELVINI - 10/11/2017
Ha mosso i primi passi l’ambizioso progetto lanciato da Montelvini finalizzato al recupero di un piccolo appezzamento vitato nel centro storico della Città dei cento orizzonti. “Nel cuore di Asolo, un vigneto ritrovato”, questo il nome del progetto, partito dalla precisa volontà della famiglia Serena di effettuare una valorizzazione di natura storico-urbana del terreno, vede Montelvini impegnata nel recupero del genoma della pianta originale, per andare ancor più a fondo, alle radici della storia e del cuore del Prosecco Superiore e dell’Asolo Docg. Un territorio dove l’uva è parte integrante del paesaggio da oltre due secoli, da quando la nobile famiglia Contarini, alla fine del 1600, possedeva questi terreni. E proprio su Villa Contarini si affaccia il “Vigneto ritrovato”, sorta di cru di mezzo ettaro. Un territorio unico nel panorama enologico italiano. L’Asolo Docg è, infatti, l’unica denominazione del Prosecco che può vantare nel disciplinare la versione Extra Brut, poiché solo qui il terreno e il microclima regalano al vino struttura e salinità uniche. Una tipologia nella quale Montelvini crede da sempre e che oggi interpreta il più alto concetto di qualità della cantina. Previsto per il 2023 l’arrivo sul mercato delle prime bottiglie del “cru vigneto ritrovato”.

DIAGEO FA RINASCERE DUE ICONICHE DISTILLERIE DI SCOTCH “PERDUTE” - 10/11/2017
Port Ellen e Brora, due delle distillerie scozzesi “perdute” più stimate nell’industria mondiale degli alcolici, stanno per tornare in attività in tutto il loro splendore. Chiuse dal 1983, torneranno in uso grazie a Diageo, società leader mondiale nel settore dello Scotch whisky, che ha investito ben 35 milioni di sterline negli antichi stabilimenti produttivi. Nei 34 anni trascorsi dalla chiusura di Brora, nella remota costa est del Sutherland, e Port Ellen, sulla famosa isola di Islay, i whisky un tempo prodotti in questi stabilimenti sono diventati alcuni tra gli Scotch whisky più apprezzati e ricercati, elevando queste distillerie fantasma quasi a luoghi di culto per gli appassionati e i collezionisti. La decisione della società, spinta anche dalle richieste dei clienti, riflette la forte crescita del mercato del Single Malt Scotch e l’opportunità di creare nuove generazioni di consumatori. Le distillerie saranno rilanciate con un’attenzione meticolosa ai dettagli, replicando, ove possibile, i regimi di distillazione e il carattere degli stabilimenti originali. Disporranno di sedi dedicate all’accoglienza dei visitatori, destinate a diventare attrazioni iconiche nel panorama del turismo scozzese. Si stima che le distillerie torneranno in attività entro il 2020.

NUOVA TERRAZZA MARTINI BIANCAVIGNA VINCE IL TRE BICCHIERI DEL GAMBERO ROSSODI PESSIONE - 10/11/2017
A vincere l’ambito premio Tre Bicchieri del Gambero Rosso è stato un vino dell’azienda BiancaVigna, il Conegliano Valdobbiadene “Rive di Ogliano” Brut Nature 2016; il Gambero Rosso ha quindi distinto, per la prima volta nella storia della Guida, un vino di Conegliano. Questo Prosecco Superiore Millesimato, 100% Glera, presenta un colore brillante, giallo paglierino tenue con riflessi verdognoli, dal perlage finissimo e persistente e profumo complesso con sentori che ricordano, oltre alla mela verde e alla pera, anche la pesca bianca, l’albicocca e un delicato floreale. Al sapore risulta molto cremoso ed elegante. Ampio, fresco, persistente e con un’ottima corrispondenza gusto-olfattiva. «Vediamo in questo premio l’incoraggiamento a proseguire il nostro lavoro e a continuare a raggiungere gli obiettivi che ci siamo fissati» hanno dichiarato Elena ed Enrico Moschetta, alla guida dell’azienda.

NUOVA TERRAZZA MARTINI DI PESSIONE - 10/11/2017
Presentata lo scorso 4 ottobre la rinnovata Terrazza MARTINI di Pessione, vivace punto d’incontro del territorio situato nella palazzina storica della sede produttiva di Martini & Rossi, a pochi km da Torino. A seguito del restyling, la location rappresenta il fil rouge fra tradizione e futuro dell’azienda. Video art delle pubblicità che hanno fatto la storia di MARTINI, Spazio delle Spezie, dove protagoniste sono l’artemisia e le piante aromatiche che si utilizzano per produrre il vermouth, le tradizionali boiserie a muro rivisitate in chiave moderna, le nuove poltrone Papilio sono solo alcune delle novità del progetto di interior design seguito dalla direzione lavori di Roberto Carella e dal coordinamento di produzione di Sabina Beckert, senza dimenticare il nuovo lighting design realizzato da Paola Urbano che mira a valorizzare le ambientazioni attraverso cornici luminose cangianti. «Siamo orgogliosi di questo risultato – ha commentato Giorgio Castagnotti, Presidente di Martini & Rossi – la Terrazza MARTINI di Pessione è il luogo in cui risiedono la storia e il cuore dell’azienda; con questo restyling Casa MARTINI si conferma come attrazione del territorio oltre che un luogo unico per accogliere eventi privati e conference meeting, appuntamenti culturali e occasioni social».

CAVIT SI RACCONTA AL MILANO CONTRACT DISTRICT - 10/11/2017
Appuntamento d’eccezione, lo scorso 12 ottobre, al Milano Contract District per Cavit, nome di punta del comparto vitivinicolo italiano, che con il marchio Altemasi ha recentemente siglato un accordo di partnership con il primo distretto del design dedicato al mondo real estate e contract. Nella suggestiva cornice dello showroom milanese, Cavit ha presentato la sua attività relativa alla produzione di un’ampia gamma di vini trentini, di cui rappresenta più del 60% della produzione totale. L’azienda, che riunisce dieci cantine sociali per oltre 4.500 viticoltori, nel corso di quasi settant’anni di attività ha sviluppato un’expertise singolare in cui filiera e sistema si fondono in un virtuoso modello di cooperazione, unico in Italia, sintesi di artigianalità e organizzazione, rispetto per la tradizione e avanguardia tecnologica, sostenibilità e ricerca scientifica. Cavit è così in grado di coniugare la qualità dei propri vini in tutte le espressioni, dal daily al fine wine. Con una media di 1,2 ettari di proprietà a testa, i coltivatori che compongono la filiera Cavit rappresentano l’anima di un sistema produttivo che unisce passione artigianale e importanti investimenti all’avanguardia sul fronte dell’innovazione. «Il nostro progetto PICA – spiega Andrea Faustini, enologo e responsabile scientifico team agronomico Cavit – rappresenta oggi la più avanzata piattaforma tecnologica in Italia per l’implementazione di una viticoltura intelligente ed eco-sostenibile». Se nel canale della distribuzione moderna, cui è dedicata l’ampia linea Mastri Vernacoli, Cavit vanta quote da leader con due dei suoi vini tra le prime 5 referenze del mercato, sul fronte del canale Horeca, rivolto alla ristorazione e alle enoteche, oltre ad Altemasi, propone vini di alto livello con le linee Maso, Trentini Superiori e Bottega Vinai, espressione del territorio e della migliore arte enologica della cantina.

AUTOGRILL E INTESA SANPAOLO: CON PURO GUSTO LA PAUSA È IN BANCA - 10/11/2017
Per la prima volta in Italia uno store Puro Gusto, marchio Autogrill, evoluzione moderna del bar all’italiana con il coffee shop della tradizione anglo-americana, è entrato a far parte di una filiale Intesa Sanpaolo: quella di ultima generazione in Corso Vercelli a Milano. Lo spazio, dal design contemporaneo, moderno e raffinato, propone un’offerta premium di caffetteria e selezionate specialità gastronomiche. Due gli accessi per il pubblico: uno fronte strada per chi vuole accedere al solo locale di ristoro e uno ad accesso diretto per i clienti all’interno della banca, con la possibilità di transitare da uno spazio all’altro direttamente dall’interno dei locali. Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 fino all’aperitivo e al sabato dalle 9 alle 13, comprende un’offerta sia salata sia dolce, piatti caldi e freddi con bevande che spaziano dai succhi agli smoothies, dai drink alcolici al caffè, fiore all’occhiello del brand. L’obiettivo è quello di estendere la fruibilità dello spazio ai clienti della banca e a tutti gli altri avventori nella logica della condivisione, filo rosso dei nuovi progetti di Intesa Sanpaolo.

Pagine totali: 65 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 ]