English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


Leffe partner della Festa del Cinema di Roma e #LeffeperNorcia - 21/12/2017
Leffe, storica birra belga d’abbazia, non ha mancato l’appuntamento con la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma all’Auditorium Parco della Musica, che si è svolta dal 26 ottobre al 5 novembre scorsi. Presente tutti i giorni della manifestazione all’interno del Villaggio del Cinema con il suo iconico e ormai riconoscibile truck con area lounge adibita a “beer bar”, Leffe, tra proiezioni cinematografiche, incontri, eventi, convegni e dibattiti, ha offerto l’occasione di assaporare il gusto corposo e deciso della birra che i monaci dell’Abbazia di Notre Dame de Leffe in Belgio producevano già dal lontano 1240. Una tradizione antichissima che si coniuga perfettamente con la storia del cinema, di gran lunga più giovane ma non per questo meno densa di miti ed episodi affascinanti. Se a questi due elementi si aggiunge anche la città di Roma e i moltissimi scorci in cui sono state girate alcune delle pellicole che hanno fatto grande il cinema italiano, il mix è perfetto. A un anno dal violento terremoto che ha sconvolto la vita delle popolazioni del centro Italia, è arrivato il momento dei bilanci. Se è vero che i comuni colpiti dal sisma hanno ancora una lunga strada davanti prima di poter dichiarare di essere tornati alla normalità, è vero anche che alcuni passi sono stati fatti. A Norcia, per esempio, nello storico Monastero della città, l’antica regola “ora et labora” introdotta da San Benedetto, continua a vivere tutti i giorni grazie a una comunità di 15 giovani monaci (età media 30 anni). Dopo un primo momento di riassestamento, lo statunitense e poco più che trentenne Padre Benedetto Nivakoff, Priore dell’ordine dei Monaci Benedettini di Norcia, intraprende un viaggio in giro per il mondo alla ricerca di aiuti concreti per la ricostruzione. L’obiettivo è costruire a San Benedetto in Monte, località poco fuori le mura di Norcia, un nuovo monastero che possa diventare non solo la nuova casa dei monaci ma anche punto di riferimento per la comunità dei fedeli Nursini e insieme simbolo della ripresa. La richiesta d’aiuto di Padre Benedetto arriva, attraverso le pagine del New York Times, nelle mani del management di Leffe, birra d’Abbazia che nasce in Belgio nel 1240 dall’impegno e dall’operosità di un gruppo di monaci norbertini. La naturale vicinanza nelle origini con l’ordine dei benedettini, unita dalla pratica religiosa e dalla passione condivisa per la birra, fa emergere in maniera semplice il desiderio nei vertici di Leffe, con l’assenso dei monaci norbertini, di dare un aiuto concreto ai monaci di Norcia. Parte così a giugno il progetto #LeffeperNorcia che, attraverso la produzione e l’introduzione sul mercato italiano di 100.000 bottiglie in una speciale “limited edition” #LeffeperNorcia, ha permesso all’azienda di donare i proventi della vendita delle bottiglie per la costruzione di una cappella in legno antisismica a San Benedetto in Monte.

“Ichnusa Anima Sarda” premiato tra i migliori film pubblicitari ai Key Award - 21/12/2017
Uno spot pubblicitario ma anche un emozionante tributo a una terra e al suo popolo. In trenta secondi un fiero ritratto in bianco e nero della Sardegna più vera. Quella selvaggia della baia di Porto Ferro, quella pregna di storia della reggia nuragica di Barumini. Ma anche la Sardegna dei lavoratori solitari e silenziosi, come i pescatori di Alghero o i pastori dell’entroterra, e delle tradizioni più antiche e preziose, come i Mamuthones di Mamoiada. Dopo aver emozionato e catturato gli spettatori con un racconto incalzante e suggestivo, lo spot Ichnusa conquista anche gli addetti ai lavori. Lo spot “Anima Sarda” si è, infatti, aggiudicato il 49° Key Award per la categoria “Bevande e alimentari” che valuta il migliore film pubblicitario realizzato per questo settore merceologico. Dietro la campagna la sagace creatività di Leo Burnett che mette a nudo la Sardegna con l’ironia e con la concretezza di paesaggi imperfetti, persone comuni e tradizioni.

Thomas Hardy’s Ale “The Historical”, vintage 2017 - 21/12/2017
Una degustazione verticale di Thomas Hardy’s Ale del passato, curata dal pub Ottavo Nano di Atripalda, ha fatto da apripista all’anteprima mondiale della Thomas Hardy’s Ale “The Historical” 2017 in occasione dell’IBF di Milano. La Thomas Hardy’s Ale “The Historical” vintage 2017 beneficia della stessa metodologia produttiva dell’annata precedente, maturando per sei mesi in botte. A cambiare, quest’anno, sono queste ultime: non più Cognac, bensì Tennessee Whiskey. Venticinque barili da 250 litri, per la precisione. I conti sono presto fatti: poche migliaia di bottiglie anche quest’anno, come sempre numerate e millesimate, in edizione unica, destinate presto ad andare esaurite. E a impreziosire le cantine degli appassionati di Barley Wine, che le lasceranno pazientemente ad affinarsi in bottiglia come da tradizione. Ogni descrizione rischia di essere superficiale: al naso la complessità donata dal Whiskey americano è impattante e invoglia a tenerla qualche minuto all’interno del calice a balloon, godendone l’aroma di legno, tostato, spirito, prima di assaggiarla. In bocca è calda e avvolgente, con un palato in continua evoluzione e un retrogusto decisamente persistente. L’alcol è ben percettibile, e non potrebbe essere altrimenti dato che sfiora il 13% del volume, ma non ne limita la bevibilità.

Nuovo Annuario BIRRITALIA 2017-18 - 21/12/2017
L’Annuario propone innanzitutto un’ampia Sezione Mercati. La prima parte della sezione traccia un articolato profilo del mercato italiano della birra che nel 2016 ha riconfermato i volumi record del 2015, con i consumi domestici che si sono portati a 18,9 mio/ hl e una produzione nazionale in crescita. Il consumo pro-capite ha ora raggiunto i 31.1 litri/anno, il più alto degli ultimi 20 anni, anche se rimaniamo ancora molto al di sotto della media dei consumi pro-capite europei. Viene altresì fornito una panoramica essenziale sul quadro competitivo italiano dominato da 8 gruppi: Heineken Italia, Peroni, AB InBev Italia, Gruppo Castello, Carlsberg Italia, Gruppo Forst/Menabrea, Bavaria Italia e Ceres. La parte più ampia dell’annuario è naturalmente dedicata alla Sezione Produttori con le schede informative complete e aggiornate dei vari produttori (nazionali ed esteri) che operano sul mercato italiano, direttamente o tramite apposite organizzazioni distributive specializzate. Ciascuna scheda riporta i dati fondamentali del produttore, i prodotti e le marche commercializzate sul nostro mercato e, laddove segnalati, i partner distributivi. Questa parte si completa con la Sub-Sezione degli Importatori operanti a livello nazionale o pluriregionale per i quali vengono forniti dati anagrafici, management, marche rappresentate e/o distribuite ecc. Una sezione specifica è poi dedicata ai Fornitori Specializzati di Impianti, Prodotti e Servizi per i vari operatori del settore birrario, con un’ampia rubrica che segnala oltre 250 aziende specializzate nei vari segmenti di fornitura. (materie prime, impiantistica, packaging, dispenser, oggettistica e materiali vari per l’erogazione, arredi e attrezzature per i locali...).

Il Gruppo Celli tra riconoscimenti e innovazione - 21/12/2017
Il 23 novembre, presso il Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana a Milano, si è tenuta l’undicesima edizione degli UK-Italy Business Awards. In tale occasione, il Gruppo Celli ha ricevuto un importante riconoscimento: il premio ELITE, dedicato alle imprese italiane tra le maggiori investitrici nel Regno Unito e capaci di distinguersi per l’impegno e gli investimenti Oltremanica. La motivazione del riconoscimento è chiara: il Gruppo Celli, attraverso la controllata inglese ADS2 acquisita nel 2015, ha finalizzato l’acquisizione del 100% del capitale di Angram Ltd, azienda inglese specializzata nella produzione di sistemi per la spillatura tradizionale a pompa delle birre cask ale, rafforzando così la propria posizione di leadership nel mercato inglese. Attualmente il Gruppo Celli conta circa 400 dipendenti, in 6 diversi stabilimenti produttivi, situati in Italia e nel Regno Unito, che esportano i propri prodotti in oltre 100 Paesi. Inoltre, il Gruppo negli ultimi anni ha fortemente investito nel “customer service”, grazie anche agli innovativi strumenti offerti dalla digitalizzazione. Questo ha permesso al Gruppo Celli di modificare il proprio modello di business evolvendosi da semplice produttore a fornitore di soluzioni complete, diventando leader nel mercato della spillatura di bevande. La drinking experience, in effetti, inizia dalla percezione visiva, quando, osservando una colonna, dalle forme sinuose, si può ammirare la fuoriuscita della bevanda e il suo movimento fluente. L’esaltazione delle sensazioni è l’obiettivo primordiale degli oggetti di design italiano e il piacere estetico incontra la funzionalità. La forma armonica e longilinea della colonna “Fiamma”, esprime il dinamismo dell’evoluzione dallo stato solido a liquido della birra, un impatto visivo che, in maniera inconscia, rende piacevole e gustoso il momento della bevuta. Il momento della spillatura diventa quasi catartico, soprattutto quando a permettere il gesto è un oggetto disegnato dai maestri del design Pininfarina. “Fiamma” è stata progettata per essere riconoscibile, per avere una forte personalità stilistica e lasciare il segno. Il Gruppo Celli sceglie di perlustrare nuovi mondi, per realizzare nuove percezioni e creare nuove connessioni, come il link tra la vista e il gusto. La colonna, in alluminio cromato o satinato, presenta un frontale da dedicare al marchio e la possibilità di personalizzazione con i colori del brand.

Tennent’s Super, 25 anni alla spina del Landlord - 21/12/2017
Festeggia con giusta soddisfazione i 25 anni di attività Roberto Ferrari, per gli amici ‘Ivo’, che un quarto di secolo fa apriva a Sarzana, in Via Nicolò Mascardi 57, il Landlord Pub, diventato oggi centro di irresistibile attrazione birraria e gastronomica della città ligure. Il 27 novembre 2017 serata di celebrazione, con i ‘rubinetti aperti’: protagonista la Tennent’s Super, birra che ha caratterizzato fin dagli inizi l’offerta del Landlord, nato proprio da questa specialità, capace di affascinare Roberto, che in precedenza gestiva un distributore di benzina. E vogliamo chiamarla coincidenza? Un sincero augurio per un futuro sempre ‘Super’ a Roberto e al suo staff!

Bitburger a Care’s 2018 - 21/12/2017
Il gruppo birrario tedesco Bitburger, impegnato nella riduzione dell’impatto ambientale e nella sostenibilità energetica, presenzia come fornitore della specialità Benediktiner Weissbräu all’evento Care’s – The ethical Chef Days, giunto nel 2018 alla sua terza edizione. Care’s – The ethical Chef Days è un progetto ideato da Norbert Niederkofler, chef stellato del ristorante St. Hubertus, all’interno dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano, e da Paolo Ferretti, titolare dell’agenzia di comunicazione hmc di Bolzano, con il contributo di Giancarlo Morelli, chef stellato e patron del Pomiroeu di Seregno. L’edizione 2018 si svolge in Alta Badia, dal 14 al 17 gennaio, nella splendida cornice delle Dolomiti, e coinvolge un rappresentativo gruppo di chef stellati provenienti da tutto il mondo, che si incontrano in cucina, sui campi da sci e durante il ciclo di conferenze del fitto programma, incentrato sulla sostenibilità, la riduzione degli sprechi alimentari e produttivi a livello globale. www.care-s.it

Birra artigianale e buona cucina: nel cuore di Roma apre Doppio Malto Brew Restaurant - 21/12/2017
Ha inaugurato Doppio Malto Roma Fontana di Trevi, il nuovo Brew Restaurant nel cuore della Città Eterna. Una location nel centro storico da scoprire ora anche per l’eccellente birra artigianale Doppio Malto. Doppio Malto nasce a Erba (in provincia di Como) 13 anni fa dall’esperienza del mastro birraio Alessandro Campanini. Le birre Doppio Malto hanno ricevuto quasi 100 premi internazionali e sono ormai migliaia i litri di birra prodotti ogni anno. Il nuovo concept di ristorazione sviluppato da Food Brand Spa, azienda specializzata nello sviluppo di formule retail del settore food & beverage, amplia la sua rete e approda anche nella Capitale per conquistare un pubblico che dimostra di apprezzare la birra artigianale. Un vero e proprio flagship store per Doppio Malto che, con la sua presenza a Roma in Fontana di Trevi, pianta la bandiera nella Capitale e mostra tutto lo stile e la qualità che caratterizzano il brand. Oltre all’area ristorante, Doppio Malto Roma Fontana di Trevi si caratterizza per il beer shop, il corner dove trovare i principali oggetti di culto dell’appassionato di birra artigianale, come i growler, i tradizionali contenitori da 2 litri per la birra alla spina d’asporto.

32 Via dei Birrai premiato con il The WineHunter Award 2017 - 21/12/2017
Il birrificio di Pederobba conferma il ruolo prestigioso raggiunto nel mondo della birra artigianale e ottiene un altro riconoscimento. Nebra, Atra, Audace, Curmi, Oppale: queste le birre che hanno ricevuto il certificato d’eccellenza The WineHunter Award 2017, premio ufficiale del “Merano WineFestival”, uno degli eventi più prestigiosi dedicato ai migliori prodotti del food&wine, andato in scena a Merano dal 10 al 14 novembre 2017. Nebra, in particolare, si è contraddistinta per il The WineHunter Award Oro. Nella dicitura ufficiale si legge: “Prodotto di eccellenza superiore grazie a una produzione artigianale di alta qualità frutto di passione e dedizione”. The WineHunter Award Rosso ha invece premiate Oppale, Audace, Atra e Curmi. The WineHunter Award rappresenta la selezione di Helmuth Köcher, presidente e fondatore della manifestazione, ed è una vera e propria guida alle eccellenze del vino, della birra e del food.

Successo stellato per Peroni Cruda - 21/12/2017
La non pastorizzata della famiglia Peroni è stata premiata con quattro stelle al The Beer Awards 2017/2018, la prestigiosa competizione internazionale, con sede nel Regno Unito, promossa dai più importanti esperti mondiali del settore riuniti nel prestigioso IWSC Group. Peroni Cruda si è aggiudicata quattro stelle nella categoria Pale Lager. Dopo un severo processo di valutazione, le birre in concorso sono state sottoposte dai giudici – esperti di birra, sommelier, giornalisti di settore – a un “double blind” test. Un processo che assicura una valutazione esclusivamente legata al gusto e alle caratteristiche organolettiche del prodotto a cui segue un’analisi tecnica dei livelli di alcol, amaro e colore della birra per garantire al consumatore un giudizio coerente e affidabile. «Lanciata nel febbraio 2017, Peroni Cruda ha riscosso in pochi mesi davvero molti successi. Adesso si aggiunge anche il riconoscimento in una competizione internazionale – ha detto Cristiano Marroni Darena, Marketing Manager Peroni Family. – È la conferma che la qualità degli ingredienti utilizzati, a cominciare dal Malto 100% Italiano, sono caratteristiche distintive riconosciute non solo in Italia ma anche all’estero».

Pagine totali: 75 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 ]