English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


Heineken: Trophy Limited Edition - 02/04/2013
Sponsor ufficiale della UEFA Champions League dal 1994, in occasione della fase finale della prestigiosa competizione, Heineken lancia un’esclusiva limited edition dedicata al più celebre trofeo al mondo. Trophy Limited Edition si presenta con una grafica singolare, proponendo la sagoma della famosissima coppa. Un’idea originale che accompagnerà i tifosi nell’ultima fase della UEFA Champions League e che offrirà l’opportunità a tutti gli amanti del calcio di stringere tra le proprie mani il trofeo in occasione del big match di maggio. La limited edition è disponibile da marzo in diversi formati: in bottiglie da 25cl, da 33cl e da 66 cl OW, in lattina da 33cl e da 50cl, oppure in fusto (Draught Keg) da 5 litri. La birra contenuta è una Heineken lager a bassa fermentazione, con una gradazione alcolica del 5% (vol.). www.heineken.com

Claus Rättich: nuovo Direttore Marketing & Comunicazione di NürnbergMesse - 02/04/2013
Cambio di ruolo per Claus Rättich, membro della direzione di NürnbergMesse: dopo 10 anni di successi, l’Executive Director del settore Fiere passa alla carica di Direttore Marketing & Comunicazione del gruppo. NürnbergMesse è una delle 20 maggiori società fieristiche del mondo e fa parte dei top ten in Europa. Il portafoglio del gruppo comprende circa 120 saloni e congressi internazionali - nel sito di Norimberga e nel resto del mondo - e si calcola che ogni anno circa 30.000 espositori e fino a 1,4 milioni di visitatori partecipino agli eventi di NürnbergMesse e partner. Rättich dovrà occuparsi delle comunicazioni di mercato e al cliente e avrà il compito di veicolare la comunicazione dei marchi principali e dei vantaggi derivanti dall’esposizione nel sito fieristico di Norimberga. Claus Rättich è stato giudicato perfetto per l’incarico in quanto, oltre a essere esperto di fiere ed esposizioni e legato alla NürnbergMesse da 20 anni, è appassionato di marketing, ambito che ha seguito fin dall’inizio della sua carriera professionale.

Il giro d’Italia con Pilsner Urquell e Jeunes Restaurateurs d’Europe - 02/04/2013
Attraverso la partnership con i Jeunes Restaurateurs d’Europe, un network di giovani chef e proprietari di ristoranti sostenitori della ristorazione d’eccellenza e dell’alta gastronomia, Pilsner Urquell conferma ancora una volta l’interesse per l’enogastronomia di qualità e la cucina d’autore. Durante la settimana del Giro d’Italia, dal 5 al 12 marzo, oltre 20 Jeunes Restaurateurs hanno proposto Pilsner Urquell in abbinamento a un loro piatto studiato apposta per l’occasione. «È una collaborazione nata sotto il segno dell’innovazione - ha affermato Andrea Sarri, presidente dei Jeunes Restaurateurs d’Europe - e Pilsner rappresenta un partner ideale per dare continuità al nostro percorso gastronomico che unisce la forza della tradizione a una costante attenzione alle novità e al mondo che cambia».

Birra Peroni: Certificazione Top Employers 2013 - 02/04/2013
Dalla retribuzione ai benefits, ma anche la formazione, le opportunità di carriera e la cultura aziendale. Queste le politiche HR che hanno permesso a Birra Peroni di ottenere anche quest’anno, per il quarto anno consecutivo, la Certificazione Top Employers del CRF (Corporate Research Foundation) Institute. Per Birra Peroni è la dichiarazione del valore riconosciuto alle persone che lavorano in tutta la sua filiera produttiva. Dichiara Emiliano Maria Cappuccitti, Human Resources Director di Birra Peroni: «In Birra Peroni le persone rappresentano il nostro asset più importante. Ci impegniamo a valorizzare e trattenere le risorse ad alto potenziale e a garantire il giusto mix di talenti all’interno dell’azienda».

Bizzarra di marzo, nuova “Perla” di Birra del Borgo - 02/04/2013
La Bizzarra di marzo del birrificio reatino è una vera perla, nel senso quasi letterale del termine: si tratta infatti di una Oyster Stout, una stout ispirata alla tradizione nordica, realizzata con ostriche fresche intere, provenienti dalle coste della Bretagna. Il profumo presenta note tostate e minerali, date dal guscio, mentre il gusto è morbido e pieno, con un gradevole finale salmastro dato dal mollusco. Per la Bizzarra di marzo, Birra del Borgo ha deciso volutamente di impegnarsi in uno stile apparentemente lontano dal concetto di “birra italiana”, eppure in grado di soddisfare i palati più attenti ed esigenti. Birra del Borgo rappresenta infatti uno dei marchi più apprezzati dagli amanti della birra artigianale italiana, anche in virtù della sua tendenza a mettersi continuamente alla prova con stili brassicoli sempre diversi. Il talento del mastro birraio Leonardo Di Vincenzo si esprime ogni mese con le Bizzarre, birre speciali che soddisfano la voglia di sperimentare del birrificio laziale. È così che nasce Perle ai Porci: un nome particolare per una birra altrettanto singolare. Si tratta di una stout di 5,2% di volume alcolico e dal colore nerissimo, alla quale vengono aggiunte ostriche fresche durante la bollitura, con tutto il guscio. Come le altre specialità di Birra del Borgo, Perle ai Porci è distribuita dall’azienda padovana Interbrau. www.interbrau.it - www.birradelborgo.it

Aspettando l’Oktoberfest - 02/04/2013
L’Oktoberfest di Monaco di Baviera – mitica festa birraria, si può dire la ‘Festa delle Feste’, dove la spumeggiante bevanda è la protagonista – è l’appuntamento più atteso dagli appassionati di questo evento straordinario. Ma c’è qualcuno che non aspetta fino all’ultima settimana di agosto, per unirsi ai festeggiamenti maltati bavaresi, e fa vibrare il mazzuolo per inserire la spina nella prima botte di birra, con un certo anticipo. Per non mancare l’occasione, non si sa mai... All’interno del locale Moulin a Fossano, nella ‘Provincia Granda’ di Cuneo, il titolare e gestore Alberto Panero organizza già il 17 e 18 maggio prossimi una kermesse con il tipico spirito della Baviera, musica, piatti regionali e, naturalmente, boccali da litro di birra adeguata. Aspettando l’Oktoberfest, questo il nome della festa, riscuote, manco a dirlo, un sicuro successo: in fondo, tutto sommato, ma perché aspettare?

Il nuovo sito web Thomas Hardy’s Ale - 02/04/2013
Il marchio acquisito dalla Brew Invest dei fratelli Vecchiato è finalmente online, grazie al nuovo sito web www.thomashardysale. com. Thomas Hardy’s Ale sta pian piano tornando a vivere nuovamente, grazie alla scelta dei fratelli Sandro e Michele Vecchiato di acquistare il marchio e le ricette di questo storico barley wine. Diventata presto un vero e proprio mito tra gli appassionati, la Thomas Hardy’s Ale è stata prodotta per la prima volta nel 1968 dal birrificio Eldridge Pope per commemorare il quarantesimo anniversario della scomparsa di Thomas Hardy, scrittore inglese che nel suo celebre racconto “The Trumpet Major” aveva raccontato di una strong beer di Dorchester, descrivendola “del più bel colore che un artista avrebbe potuto desiderare, luminosa come un tramonto autunnale”. Si trattava di una birra davvero speciale, dalla forte gradazione alcolica, dal corpo consistente e voluttuoso, dalla grande persistenza aromatica ma anche e soprattutto capace di durare nel tempo, fino a 25 anni. Prodotta una sola volta l’anno e lasciata maturare nel legno di rovere, veniva imbottigliata e dotata di etichette millesimate. Ma gli alti costi di produzione, uniti alla quantità limitata di bottiglie messe in commercio, hanno costretto Eldridge Pope prima e O’Hanlon poi a cessarne la produzione. Oggi Brew Invest si è gettata a capofitto nel rilancio della Thomas Hardy’s Ale, forte dell’esperienza accumulata in trent’anni di attività nel settore delle birre speciali. La marcia di avvicinamento procede spedita, e si sta individuando quale può essere il luogo di produzione ideale per questa specialità. Nel frattempo è però online il nuovo sito web che racconta la storia della Thomas Hardy’s Ale e consente di aggiornare costantemente gli utenti sul work in progress per rimettere in produzione lo storico e apprezzatissimo barley wine inglese.

Degustare le birre - 02/04/2013
Dopo l’ottimo lavoro fatto realizzando la traduzione in italiano di “Progettare grandi birre” dell’americano Ray Daniels, il MoBI (Movimento Birrario Italiano) si ripete e, a nostro avviso, si migliora pure. La traduzione infatti del volume di Randy Mosher, “Degustare le birre”, è quello che ci si aspetta da un’associazione di appassionati che vogliono diffondere la cultura e la passione per le birre. L’opera di Mosher fa parte del ristretto circolo dei “fondamentali”: completa come contenuti, scorrevole come stile di scrittura, affascinante anche per chi ama le birre ma non ne parla ventiquattro ore su ventiquattro. Ne consigliamo caldamente la lettura e non solo per l’utilità assodata, ma proprio per lo spirito leggero dello scrittore che rende digeribili anche gli aspetti più ostici della materia. Pubblicato in collaborazione con Edizioni FAG Milano il volume dovrebbe essere reperibile in tutte le librerie, ma per chi ama fare acquisti online c’è sempre il sito del MoBI (www. movimentobirra.it) andando a cercare l’area shop. Tanto per far capire il clima d’attesa che c’era per il libro di Mosher aggiungeremo solo che le copie portate a Rimini in occasione di RHEX sono andate letteralmente a ruba…

Birra Green nel cuore del Friuli - 07/03/2013
È stato sottoscritto lo scorso 30 novembre l’accordo tra Paolo Trussoni, presidente di Birra Castello Spa, e il ministro dell’Ambiente Corrado Clini al fine di ridurre l’impronta di carbonio nel settore della produzione e della distribuzione della birra. Il Gruppo Birra Castello – presente su tutto il territorio nazionale e in numerosi mercati esteri con i marchi Birra Castello, Dolomiti, Superior e Pedavena – ha oggi uno degli stabilimenti più moderni in Italia e si presenta in crescita costante grazie anche ad alcune scelte di chiara matrice ambientale. Attraverso l’intesa, che avrà la durata di 12 mesi, Birra Castello e Ministero dell’Ambiente avviano una collaborazione per promuovere iniziative mirate a valorizzare la sostenibilità nell’ambito di tutto il settore della produzione e della distribuzione della birra. In virtù di questa importante partnership, Birra Castello punta al miglioramento del risparmio energetico e delle proprie prestazioni ambientali.

Birra Forst fornitore ufficiale dei Mondiali di sci nordico - 07/03/2013
Dal 20 febbraio al 3 marzo, le splendide Valli di Fiemme, nel cuore delle Dolomiti, hanno ospitato i Campionati Mondiali di sci nordico 2013. Partner e fornitore ufficiale dei Mondiali: Forst, importante realtà produttrice di birra nella regione del Trentino Alto Adige, da sempre vicina alle attività sportive più significative del suo territorio. Durante i Mondiali, Birra Forst ha offerto il proprio contributo montando dieci casette in legno come postazioni per la spillatura della birra in Piazza dei Campioni a Cavalese, luogo in cui si sono svolte le cerimonie di premiazione. Forst ha inoltre proposto le proprie specialità birrarie in alcune delle zone più importanti della manifestazione, come il Lago di Tesero, nella tenda ristoro adibita per il pubblico, nel Ristorante e nell’area VIP, lungo il percorso di gara, con quattro casette di legno, e a Predazzo presso lo Sporting Center, nell’area pubblica, quella VIP e nell’area stampa dello Stadio del salto. Gli highlight della presenza della Spezialbier-Brauerei Forst sono state le otto cene che hanno avuto luogo a Tesero e un tradizionale “Fassanstich”, ovvero la spillatura manuale del fusto alla “Oktoberfest” a Cavalese, a cui ha preso parte l’Ambasciatore della birra Forst Antonio Cesaro.

Pagine totali: 75 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 ]