English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


Martino Zanetti di Hausbrandt Trieste 1892 SpA dona la più grande collezione italiana di documenti e lettere di Gabriele D’Annunzio al Vittoriale - 01/12/2015
Appassionato studioso di teatro, pittura, architettura, musica e di varie esperienze artistiche che si coniugano a queste, Martino Zanetti sin dalla giovinezza si è appassionato alle opere di D’Annunzio e ne è diventato il maggior collezionista. Oltre tremila fogli tra i quali le lettere più importanti della formazione e della maturità e “La Vita di Cola di Rienzo” nella prima stesura autografa. L’amore per la cultura lo ha accompagnato tutta la vita, fino a oggi, rimanendo pur primaria dimensione a latere della sua personalità, esibendo ufficialmente la sua figura di imprenditore. Due modi contigui di essere che non hanno mai conflitto lungo tutto il percorso della sua esperienza Pioggia di premi sul birrificio Rodenbach Scopri le migliori birre di Germania del 2015 Martino Zanetti di Hausbrandt Trieste 1892 SpA dona la più grande collezione italiana di documenti e lettere di Gabriele D’Annunzio al Vittoriale personale. Oggi Martino Zanetti, in possesso di specifiche opere di rilevanza internazionale, oltre che di D’Annunzio, di Shakespeare, Ben Jonson e Inigo Jones, dona al Vittoriale tutta la propria raccolta di documenti autografi di Gabriele D’Annunzio: oltre 3000 documenti originali fra lettere dello scrittore alle sue amate, manoscritti e discorsi pubblici del periodo 1882-1883 e 1936-1938, ritenendo doveroso farle “rivivere” nel luogo più appropriatamente deputato: l’ultima dimora del Poeta. Un patrimonio fino a ora “nascosto” che verrà donato al Vittoriale, proprio per dare nuovi stimoli e nuove sensazioni a tutti gli appassionati, desiderosi di conoscere al meglio il maggior interprete italiano delle correnti di pensiero e delle mode letterarie europee, tra le quali l’esasperato sensualismo, l’estetismo raffinato e paganeggiante, la tendenza a valutare la realtà sociale e a prevederne gli esiti con un’anticipazione quasi secolare.

Scopri le migliori birre di Germania del 2015 - 01/12/2015
Al World Beer Awards 2015, l’evento che certifica i più importanti stili birrari riconosciuti a livello internazionale, Radeberger Gruppe ha ottenuto un successo estremamente significativo. Nella categoria delle birre analcoliche Clausthaler Classic ha stravinto risultando la birra lager senz’alcol migliore a livello mondiale, europeo e tedesco. Clausthaler Classic è una lager a bassa fermentazione, con aroma fresco, fine e un gusto amaro, ma ben equilibrato. Ma anche Clausthaler Zwickl, la birra analcolica, non filtrata e caratterizzata dalla luppolatura a freddo, dal gusto asciutto, l’aroma intenso con note importanti di luppolo, ha ricevuto la medaglia d’oro. Due le affemazioni per la passione artigianale della linea Braufactum lo stile renano di Colonia ha vinto nella sua categoria e Progusta ha ottenuto la medaglia d’argento tra le India Pale Ale. Colonia, la tradizione dello stile renano, ha un aroma di luppolo decisamente particolare dovuto all’uso della rara varietà Saphir. Progusta mette in risalto la natura dei tre luppoli utilizzati, idealmente complementari e che si accordano con la nota di amaro. Chiude questa importante serie di successi, la medaglia di bronzo di Shöfferhofer Grapefruit, la Radler nata dalla combinazione tra una delle Weizen di maggiore successo in Germania e il succo di pompelmo. Un mix insuperabile per gusto e piacere, gradevole e dissetante che conquista al primo assaggio. Ma ritornando alla linea Braufactum, questi riconoscimenti internazionali sono la conferma del successo anche sul mercato italiano e dell’interesse in eventi e manifestazioni come al recente Cheese 2015 dove, nei quattro giorni di assaggi, le birre distribuite da Radeberger Gruppe Italia partner degli eventi di Slow Food, hanno ottenuto un gradimento molto elevato.

Pioggia di premi sul birrificio Rodenbach - 01/12/2015
Il birrificio Rodenbach di Roeselare ha più di un motivo di orgoglio: infatti, Rodenbach Vintage è stata incoronata miglior Vintage del mondo e Rodenbach Rosso, la miglior birra aromatizzata del mondo, dalla giuria dell’importante concorso professionale World Beer Awards, che si tiene in UK. Oltre ai due massimi titoli mondiali, anche Rodenbach Grand Cru, Rodenbach Caractère Rouge e Rodenbach si sono aggiudicate rispettivamente una medaglia d’oro, d’argento e di bronzo. Il mastro birraio Rudi Ghequire ha così commentato: «Il fatto che una giuria professionale abbia selezionato ed elogiato le nostre birre Rodenbach in questo modo, dimostra come siano riconosciute per la loro qualità. Produciamo e facciamo maturare le nostre Flemish Red Brown Sour Ales attraverso la fermentazione mista qui a Roeselare dal 1836, con una grande passione e competenza. Rodenbach ha un seguito fedele non solo in Belgio, ora è molto popolare anche negli Stati Uniti». www.palmbreweries.com

AssoBirra: Piero Perron nuovo Presidente - 01/12/2015
Piero Perron (nella foto) è il nuovo Presidente di AssoBirra, l’Associazione degli Industriali della Birra e del Malto. L’assemblea dei soci ringrazia il Presidente uscente Alberto Frausin per l’impegno profuso e i risultati conseguiti negli ultimi anni. Perron ha già ricoperto la carica di Presidente dell’Associazione, dal 2005 al 2011, per tre mandati consecutivi. Membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione, dove ricopriva il ruolo di Vice Presidente, Perron subentra quindi ad Alberto Frausin che ha ricoperto l’incarico dal 2011 a oggi e che rimane in tutti gli organi direttivi di AssoBirra come Past President dell’Associazione. Piero Perron, attuale Presidente di Heineken Italia, è da 40 anni attivo nel settore della birra. Fino alla fine del 2006 è stato alla guida dell’Associazione Birraria Europea (The Brewers of Europe).

Kiem, lo storico partner in Italia - 01/12/2015
Budweiser Budvar, boema di Budweis, è una birreria rinomata in tutto il mondo. Tra le massime rappresentanti della grande tradizione brassicola del suo Paese, utilizza metodi di lavorazione tramandati da oltre settecento anni dai suoi mastri birrai. La ditta Kiem di Lana (Bz), vanta uno stretto rapporto storico con la Repubblica Ceca, importandone da oltre 55 anni la birra. «Già nel 1974 – puntualizza Kaspar Kiem, titolare della Kiem di Lana – acquisimmo l’importazione della Budweiser Budvar dalla Italsug di Milano, che a suo tempo era l’ufficio estero della Cecoslovacchia in Italia; dopo il crollo del muro di Berlino, iniziammo a importarla direttamente dalla birreria di Budweis». L’ottima partnership, basata sulla continuità e sullo stretto rapporto personale, è stata riconosciuta lo scorso settembre, quando la birreria Budweiser Budvar ha premiato la famiglia Kiem. Jiri Bocek, direttore generale della birreria Budweiser Budvar, puntualizza: «La dittà Kiem è il nostro storico ambasciatore dell’alta cultura birraria boema in Italia, operando con professionalità e passione, rappresentando al meglio la nostra filosofia aziendale, legata all’arte birraria tradizionale e all’attenzione verso il cliente».

Birra Castello apre le porte ai Mastri Birrai d’Italia - 01/12/2015
dei Tecnici della Birra e del Malto, Birra Castello ha aperto le porte di casa. Il 56° convegno ha portato i Tecnici Italiani della Birra e del Malto a San Giorgio di Nogaro (Ud) a visitare e conoscere nel dettaglio lo stabilimento di Birra Castello, uno dei più all’avanguardia dal punto di vista tecnologico in Italia, che grazie agli ultimi investimenti, si conferma essere ultramoderno anche rispetto all’Europa. In particolare, al gruppo AITBM sono state illustrate la nuova linea di produzione di lattine, in grado di realizzare 90.000 lattine all’ora in tutti i formati, i moderni fine linea di pallettizzazione bottiglie appositamente concepiti per i nuovi formati del canale Gdo e l’ampliamento delle cantine di fermentazione e deposito. Il management di Birra Castello, nelle persone del dottore Michele Cristin, responsabile della produzione e della qualità, dell’ingegnere Boris Sepic, responsabile dei progetti tecnologici, di Felice Faraone, responsabile del confezionamento, dell’ingegnere Ivan Chiandetti, responsabile IT, del mastro birraio Gianni Pasa si sono mostrati entusiasti e allo stesso tempo orgogliosi di ricevere la visita dei soci AITBM. «Per noi è stata una bella e ricca occasione di confronto – ha commentato Walter Celli presenta Fiamma, by Pininfarina Menabrea birra di “November Porc” Birra Castello apre le porte ai Mastri Birrai d’Italia Lombardi, direttore generale di Birra Castello – che ci ha dato stimoli e spunti per il futuro. L’associazione riveste un ruolo molto importante tra i produttori di birra, e crediamo nel suo valore, tanto che il nostro stesso Mastro Birraio Gianni Pasa ne è vicepresidente». La visita allo stabilimento di Birra Castello ha così completato il programma del convegno annuale, che ha spaziato su diversi argomenti sempre di rilievo, per contribuire a un progresso tecnico e qualitativo della produzione maltaria e birraria in Italia.

Menabrea birra di “November Porc” - 01/12/2015
Il sapore di Birra Menabrea ha esaltato il gusto dei celebri salumi del territorio della Bassa Parmense, in una delle manifestazioni più conosciute e popolari, “November Porc”, giunta quest’anno alla sua 14a edizione. La birra biellese, famosa nel mondo per la sua qualità, è stata sponsor della rassegna in tutti i quattro appuntamenti che hanno avuto luogo nel mese di novembre: si è iniziato con i sapori del maiale a Sissa (Pr) il 6, 7 e l’ 8; poi si è passati a Polesine Parmense (Pr) il 13, 14 e 15 con gli insaccati Prete e Vescovo; si è proseguito con i piaceri e le delizie del re dei salumi, il Culatello, a Zibello (Pr) il 20, 21 e 22; e si è concluso a Roccabianca (Pr) il 27, 28 e 29 con le giornate dedicate alle Armonie di Spezie e Infusi. «La qualità è un fattore di distintività che da sempre ci contraddistingue. Per questo abbiamo deciso di essere presenti a “November Porc”, una kermesse che da anni promuove e celebra i rinomati salumi e insaccati della bassa parmense» ha dichiarato Franco Thedy, AD di Birra Menabrea. «Le nostre birre – conclude Thedy – sono l’accompagnamento ideale per gustare i prodotti protagonisti della gastronomia italiana, che vantano, al pari delle nostre referenze, una lunga tradizione».

Celli presenta Fiamma, by Pininfarina - 01/12/2015
In occasione del BrauBeviale di Norimberga, importante fiera del settore beverage, Celli ha presentato Fiamma, una nuova colonna per la spillatura dal design Pininfarina. La collaborazione tra le due aziende nasce con l’obiettivo di creare una colonna della birra con una forte personalità stilistica e, al tempo stesso, versatile e capace di valorizzare brand diversi, esaltandone le identità peculiari. Tecnologia e dinamismo, leggerezza e armonia sono gli elementi fondanti del design del progetto. Fiamma è, infatti, caratterizzata da una forma armonica che si sviluppa verso l’alto con dinamismo e che racconta, attraverso l’evoluzione delle superfici, il passaggio dallo stato solido a quello liquido ripercorrendo così il processo di creazione della birra. La sensazione di leggerezza del corpo della torre è enfatizzata dall’unione di due gusci di colori diversi e dai bordi assottigliati che ne enfatizzano il sapore tecnologico. L’asimmetria della struttura è stata concepita per permettere la vista del flusso che riempie il boccale, rendendo così la birra la vera protagonista dell’esperienza. Uno spazio sul frontale dedicato all’apposizione del marchio del produttore di birra e la possibilità di scegliere le colorazioni dei due gusci permettono di brandizzare la colonna.

Presentata la sponsorizzazione tra Udinese Calcio e Birra Castello SpA - 01/11/2015
Conclusa la conferenza stampa di presentazione della nuova sponsorizzazione tra Udinese Calcio e Birra Castello SpA, con grande soddisfazione ed entusiasmo da parte di entrambe le società. Ad aprire la conferenza è stato il presidente dell’Udinese Franco Soldati, che ha ringraziato Birra Castello per aver chiuso questo contratto importante della durata di tre anni: «È una birra nostra – ha commentato il Presidente Soldati – che ha uno stabilimento importante a San Giorgio di Nogaro. È una realtà tutta friulana che si unisce a quello che noi vogliamo sviluppare, la nostra territorialità friulana. Birra Castello è una realtà importante a livello nazionale, con un fatturato notevole e la sintesi con l’Udinese è qualcosa di friulano, che vuole continuare a crescere ancora». «Siamo un gruppo totalmente italiano – ha continuato Walter Lombardi, direttore generale di Birra Castello SpA – e con Birra Castello abbiamo voluto ridare vita a uno stabilimento straordinario e riportare il prodotto friulano al suo splendore. Siamo il terzo polo produttivo in Italia, però la nostra sostanziale differenza è che siamo imprenditori italiani. La partnership con l’Udinese Calcio ci lega ancora di più al territorio, motivo per cui l’abbiamo siglata per tre anni. Siamo molto soddisfatti e vogliosi di varare progetti futuri, e questa per noi è un’opportunità davvero eccezionale per veicolare i messaggi che ci contraddistinguono». Un messaggio che viene ripreso anche dal nuovo progetto birrario di Birra Castello, Le specialità, una linea di quattro birre dedicate al gusto e ispirate al territorio friulano per il loro carattere forte e deciso. Una birra che nasce dal territorio e che grazie a esso diventa eccellenza italiana.

HB München, Oktoberfest con il Lupo - 01/11/2015
Se dalle spine escono le specialità HB München, la festa è un successo sicuro: proprio come la Oktoberfest organizzata negli accoglienti spazi del locale di Busto Arsizio The Wolf Pub, che ha richiamato una folta e assidua clientela, dal 18 al 27 settembre scorso. Situato in un contesto agreste, a poca distanza dal centro di Busto, The Wolf Pub ha un ampio giardino, ideale per ospitare anche all’aperto questo tipo di eventi. L’affiatato team del locale, coordinato dal proprietario Ludovico Kubler, ha accolto gli ospiti della festa con grandi boccali di HB München, e con i piatti tipici bavaresi. Nell’immagine, da sinistra, Sonia, Ludovico, Ettore, Federica, Anna, Antonio, Luca, pronti a ricevere i loro clienti.

Pagine totali: 75 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 ]