English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


NürnbergMesse e Beviale Moscow 2018: esposizioni in tutto il mondo - 10/11/2017
NürnbergMesse Group sta dimostrando tutta la propria competenza nel settore delle bevande in campo internazionale. Oltre alla tradizionale esposizione “BrauBeviale” a Norimberga in Germania che il prossimo anno, dal 13 al 15 novembre, accoglierà più di 1.100 espositori e più di 38.000 visitatori del settore, il Gruppo organizza, infatti, anche molte esposizioni in tutto il mondo, nei mercati chiave per la crescita, sotto il nome della Beviale Family. Oltre a “Craft Beer China”, andata in scena a Shanghai dal 17 al 19 maggio scorso, non si può dimenticare “Craft Beer Italy”, che celebra la sua prima a Milano dal 22 al 23 novembre 2017, così come “Beviale Moscow 2018”, che aprirà per la terza volta le sue porte dal 27 febbraio al 1 marzo 2018 e “Feira Brasileira da Cerveja in Blumenau”, in Brasile, che sarà supportata da BrauBeviale, in programma dal 7 al 9 marzo 2018. In particolare, dopo il suo debutto di successo nel 2015 e la significativa crescita nel 2017 (per area espositiva, numero di espositori e visitatori), Beviale Moscow è divenuta la piattaforma numero uno per l’industria delle bevande in Russia e nei paesi limitrofi. Basandosi sulle tendenze e sugli sviluppi del mercato russo, Beviale Moscow esplorerà ancora una volta le problematiche più importanti per l’industria e non mancheranno le novità, come la “PETarena alimentata da PETnology” o il “Padiglione Wine Production & Manufacturing”.

HIBU e Dibevit (Gruppo Heineken): accordo di acquisizione - 10/11/2017
HIBU Società Agricola Srl, dal 2007 produttore di birre di alta qualità, e Dibevit Import Srl, società del Gruppo Heineken dedicata all’importazione di birre premium e speciali, hanno annunciato la firma dell’accordo di acquisizione. Le birre HIBU saranno commercializzate dalla rete dei 400 distributori Horeca di Dibevit che offriranno al mercato l’intera gamma HIBU, un portfolio di oltre 30 etichette, sia in fusti sia in bottiglia. Con l’acquisizione di HIBU, Dibevit rafforza il proprio portfolio di birre premium e speciali con uno dei marchi più prestigiosi del panorama birrario italiano. Autonomia operativa e accesso alla rete distributiva nazionale sono i capisaldi della collaborazione tra le due aziende. «Era giunto il momento di crescere – ha commentato il fondatore e mastro birraio di HIBU, Raimondo Cetani –. L’incontro con Dibevit ci offre l’opportunità di non rinunciare a ciò che siamo stati fino a oggi, ingranando però una marcia in più». Da parte sua l’AD di Dibevit Import Davide Daturi, ha dichiarato: «Con l’ingresso di HIBU, Dibevit aggiunge un marchio di eccellenza Made in Italy al proprio grande portfolio di brand premium e speciali».

Bere Betti, invito alla degustazione - 10/11/2017
Bere Betti, azienda leader nell’importazione di birre esclusive, vanta una collaborazione decennale con il birrificio Roman, che propone un vasto assortimento di birre originali. Il 9 e 10 ottobre scorsi, la sede di Bere Betti a Cividate al Piano (Bg) ha ospitato l’evento Roman Brewery Beer Show 2017: un invito esclusivo, che ha permesso agli operatori del settore beverage di degustare le 15 specialità birrarie prodotte dal birrificio belga di Oudenaarde. www.betti.net www.roman.be

Tre medaglie per Aktienbrauerei Kaufbeuren - 10/11/2017
Meritato riconoscimento all’ottimo lavoro svolto dal birrificio Aktienbrauerei Kaufbeuren: ben tre medaglie al concorso European Beer Star. Oro per la specialità “Buronator”, una Doppelbock scura di 7,5 gradi alcol; oro anche per la “Leichtes Helles”, una chiara leggera di 2,8 gradi alcol; bronzo alla specialità “Kellerbier”, una non filtrata da 5,1 gradi alcol. www.aktienbrauerei.de

Incetta di medaglie per i mastri birrai John Martin - 10/11/2017
Sono 7 le medaglie guadagnate al World Beer Challenge 2017 dalle specialità appartenenti alla gamma “Finest Craft Beer”. Sfogliando il palmares troviamo tre medaglie d’oro rispettivamente per “Waterloo Récolte” nella categoria Belgian and French Ale Saison, “Waterloo Triple Blond” nella categoria Belgian Strong Ale Triple, “Martin’s IPA” nella categoria English - Style IPA; tre medaglie d’argento, per “Gordon Finest Scotch” nella categoria Scotch Ale, “Bourgogne des Flandres” nella categoria Belgian - Style Flanders/Oud Bruin, “Brewer’s Desire” nella categoria Belgian - Style Sour Ale; un bronzo per “Timmermans Lambicus Blanche”. www.anthonymartin.be

Kulmbacher Edelherb in evidenza - 10/11/2017
I giudici del concorso Mixology Taste Forum indetto ogni due anni dalla rivista specializzata “Mixology” hanno piazzato al primo posto nelle loro preferenze la birra Kulmbacher Edelherb, messa sotto la lente d’ingrandimento insieme ad altre sei pils tedesche. La giuria è stata favorevolmente impressionata dal perfetto bilanciamento tra il delicato amaro del luppolo, la buona corposità e le note maltate. www.kulmbacher.biz

Premio Birra Moretti Grand Cru 2017 - 28/09/2017
Fondazione Birra Moretti ha svelato i nomi dei dieci chef emergenti che, il prossimo 6 novembre, si sfideranno, a Milano, nella settima finale del Premio Birra Moretti Grand Cru, la più importante piattaforma di talent scouting italiana per chef under 35, realizzato in collaborazione con Identità Golose. Tanti i giovani che, anche quest’anno, hanno deciso di mettersi in gioco proponendo una o più ricette con una delle 18 birre della famiglia Birra Moretti in ricettazione e in abbinamento. Ecco i nomi delle 10 promesse della cucina italiana in gara che si sfideranno cucinando live davanti a una giuria pluristellata, nella fase finale del concorso: Nicholas Bonati classe 1986, chef del ristorante Olina, Orta San Giulio (No) con “Anatra, liquirizia e birra”; Andrea Congiusta classe 1996, chef del My.Ale Club, Roma con “Pasto rurale”; Marco De Bastiani classe 1994, sous-chef del Ristorante 1908 Park Hotel Holzner, Soprabolzano (Bz), con “Spaghettino freddo con birra, fieno, nasturzio, cuore e rapa rossa”; Alessio Gallelli classe 1995, pastry-chef de I Fontanili, Gallarate (Va), con “Meringata alla birra, frutti di bosco e squacquerone”; Francesco Giuliano classe 1982, chef del Bar Gelateria del Molo, Porto Rotondo (Ot), con “La quaglia e la birra”; Solaika Marrocco classe 1995, chef del Primo Restaurant, Lecce (Le), con “Turcinieddhi glassati alla birra con marmellata di cipolla all’arancia, critmi in tempura e infuso di luppolo”; Luca Pellizzon classe 1995, sous-chef del Ristorante Vescovo, Noale (Ve), con “Raviolini di gallina, biancoperla al fieno e brodo al saor di mela”; Giorgio Puleo classe 1987, sous-chef del ristorante Il Portico, Appiano Gentile (Co), con “Birra Moretti Grand Cru e Birra Moretti Grani Antichi, cavedano arrosto, cagliata di mandorle, alga combu, shiitake, midollo, daikon e centrifugato di ruta”; Simone Tascone classe 1992, sous-chef del Koinè Restaurant, Legnano (Mi), con “Insalata di mare alla siciliana”; Marco Volpin classe 1986, chef de Le Tentazioni, Villatora di Saonara (Pd) con “Lingua, scampo e radici”. I finalisti sono stati selezionati, in forma anonima, da una giuria tecnica composta da Paolo Marchi, ideatore e promotore di Identità Golose, Matteo Ghiringhelli, direttore di sala e chef sommelier di Iyo (1 stella Michelin) e Giancarlo Morelli, Chef del Pomiroeu (1 stella Michelin), tra i 163 concorrenti che hanno accettato la sfida e inviato la loro ricetta originale con Birra Moretti. In palio, per il vincitore, un premio del valore di 10mila euro a scelta fra un viaggio, per due persone, in ristoranti di cucina d’autore dove potranno confrontarsi con chef pluristellati, in un percorso che arricchirà il loro bagaglio formativo. In alternativa, una fornitura di attrezzature professionali per la cucina. La commissione giudicatrice assegnerà anche due menzioni speciali legate alla miglior interpretazione della birra come ingrediente e alla miglior interpretazione della birra come abbinamento. Dall’11 settembre fino alla mezzanotte del 2 novembre anche il pubblico potrà scegliere la propria ricetta preferita, votando sull’apposito mini-sito all’interno della piattaforma www.identitagolose.it e partecipare così all’estrazione di una cena, per due persone, in un ristorante di cucina d’autore. Il giorno della finale, verrà assegnato un premio speciale al giovane chef il cui piatto avrà saputo catturare, più di tutti, i gusti del pubblico.

La bella Bianca è arrivata nel Paese con i Baffi - 28/09/2017
Nel Paese con i Baffi c’è aria di festa per l’arrivo della bella Bianca, protagonista del quarto episodio della storia tutta italiana di Birra Moretti, raccontata nel nuovo spot on air da domenica 27 agosto. La bella del Paese viene accolta con gioia e ammirazione dagli abitanti, trepidanti e in attesa di ricevere un suo cenno. Bianca esamina le spighe del frumento e solo quando saranno arrivate a maturazione, scioglierà i suoi lunghi capelli biondi. È arrivato il momento, anche l’ultimo ingrediente è pronto per Birra Moretti La Bianca, la weiss all’italiana prodotta con malti 100% italiani: 50% malto d’orzo e 50% malto di frumento. Baffo Moretti, cantastorie di ogni vicenda, accompagna il cammino degli abitanti che li porterà ad assaporare, tutti insieme, la weiss di Birra Moretti: ad alta fermentazione, una birra dal colore chiaro e naturalmente torbido che incontra i gusti di tutti. E lo dimostrano i riconoscimenti di quest’anno: Birra Moretti La Bianca è stata eletta “Prodotto dell’anno 2017” da parte dei consumatori, oltre a essersi aggiudicata il primo posto nella categoria “Alcolici e Birre” al Brands Award 2017. Il borgo del Paese con i Baffi continua a essere cornice e protagonista di una nuova avventura in cui lo spettatore viene accompagnato a conoscere la tradizione italiana di Birra Moretti, inconfondibile e riconosciuta in tutto il mondo. E ancora una volta è la campagna ideata da Armando Testa a raccontarne le splendide atmosfere.

La Trappe trionfa allo European Beer Star - 28/09/2017
L’edizione numero quattordici dello European Beer Star è andata in archivio con l’impressionante record di 2.151 birre partecipanti, provenienti da ben 46 nazioni, a conferma dell’importanza di questa manifestazione nel panorama birrario mondiale. Una selezione lunga, una concorrenza preparatissima, tanti nuovi birrifici alla ricerca di un posto al sole, eppure la grande tradizione del birrificio trappista olandese La Trappe ha pagato ancora una volta. Anzi, due. Tante sono, infatti, le medaglie d’oro conquistate da La Trappe allo European Beer Star 2017. La prima è nella categoria “Belgian-Style Blond Ale” e porta la firma dorata di La Trappe Blond, birra dal colore biondo intenso che combina una dolcezza fruttata con un retrogusto piacevolmente secco, elegantemente luppolato. La seconda medaglia d’oro ottenuta dai trappisti olandesi è nella categoria “Belgian- Style Dubbel” grazie, ovviamente, a La Trappe Dubbel. Colore rosso rubino, la Dubbel conquista la giuria grazie all’ottimo equilibrio tra gli aromi di frutta matura e un inebriante profumo di lievito. Il corpo è piuttosto strutturato e la degustazione finisce in un appagante finale, molto persistente. Nuovi motivi per festeggiare in casa Interbrau, importatore italiano del birrificio trappista olandese.

Birra Antoniana risplende con tre ori all’International Beer Challenge 2017 - 28/09/2017
Dopo i positivi bronzi e argenti collezionati al proprio debutto, avvenuto nella scorsa edizione, quest’anno il birrificio agricolo padovano si aggiudica ben tre medaglie d’oro! Esse portano il nome di Birra Antoniana Marechiaro, nata dalla collaborazione con l’Associazione Verace Pizza Napoletana, Portello, golden ale già nominata Miglior Birra Italiana del 2016 da Federbirra, e Pasubio, pilsner erbacea, agrumata e dissetante. Le tre specialità conquistano così il titolo di migliore birra nella propria categoria di stile. Lo standard delle birre che hanno preso parte alla competizione è stato molto alto, ma Birra Antoniana ha ben difeso la reputazione del made in Italy, portando a casa, oltre alle tre medaglie d’oro, anche tre medaglie d’argento e tre di bronzo. Nello specifico, nella categoria “Tasting”, Birra Antoniana Altinate, Borgo Della Paglia e La Torlonga si sono aggiudicate la medaglia d’argento; seguono con la medaglia di bronzo Birra Antoniana Eremitani, Ponte Molino e Ai Tadi. Inoltre, da poco sono stati rivelati i risultati dei World Beer Awards, e anche qui Birra Antoniana ha fatto incetta di medaglie. Birra Antoniana Stile Vienna, Pasubio ed Eremitani si aggiudicano il podio come le migliori birre italiane nel proprio stile. Birra Antoniana ai Tadi conquista l’argento nella categoria birre bianche in stile belga e la Ponte Molino il bronzo nella categoria saison.

Pagine totali: 75 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 ]