English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


Aktienbrauerei Kaufbeuren, la qualità che dura nel tempo - 03/05/2018
«Siamo molto soddisfatti – ha commentato Gottfried Csauth, direttore del birrificio tedesco ABK/ Aktienbrauerei Kaufbeuren, durante l’assegnazione del premio DLG in occasione della fiera ANUGA a Colonia – per questo importante riconoscimento del nostro costante, eccellente lavoro». La giuria dell’istituzione tedesca DLG, legata al ministero nazionale dell’agricoltura, che ogni anno esamina la qualità dei prodotti agroalimentari con severi test, ha infatti premiato anche nel 2018 numerose specialità del birrificio di Kaufbeuren. Medaglia d’oro per Edel, Kellerbier e Hell; medaglia d’argento per Dunkles Weizen Steingadener, Jubiläums Pils e Leichtes Weizen; bronzo per Bayrisch Export. In aggiunta, ABK ha ottenuto l’ambito ‘Preis der Besten’, che attesta la continuità, anno dopo anno, dell’elevato standard qualitativo della produzione aziendale. Nella foto, da sinistra, Diedrich Harms, vicepresidente DLG; Bernd Trick, mastro birraio ABK; Gottfried Csauth, direttore ABK

O’Hara’s 51st State Ipa: oltre i confini del gusto - 03/05/2018
È il nuovo fenomeno nel mondo della birra artigianale, partito da una piccola regione del nord est degli Stati Uniti, il New England e diffusosi ormai a livello mondiale. Parliamo delle New England IPA, le India Pale Ale “torbide” nate nel piccolo stato del Vermont. A questo stile si è ispirata anche la Carlow Brewing Company, birrificio irlandese fondato nel 1996 dalla famiglia O’Hara’s, per la propria ultima specialità: O’Hara’s 51st State IPA, un viaggio nella cultura birraria americana nel volgere di una pinta. Disponibile in bottiglie da 50 cl e in fusti key-keg da 30 litri, la new entry di O’Hara’s è una IPA non filtrata dal carattere audace, intensa sia nel profumo sia nel sapore. I luppoli scelti le conferiscono un aroma di agrumi e pino, oltre che un amaro finale percettibile ma piuttosto equilibrato. In bocca il corpo è rotondo e le note di pompelmo, frutto della passione, albicocca e pesca si fondono alla perfezione con la base maltata. Un vero attacco a tutti i sensi: olfatto, gusto, tatto e vista vengono affascinati dalle caratteristiche della O’Hara’s 51st State IPA, birra che si ritaglia un ruolo da protagonista nella collezione 2018 delle “Birre di Primavera” selezionate da Interbrau, importatore italiano partner di lungo corso del birrificio irlandese. Le caratteristiche tecniche di questa peculiare India Pale Ale parlano di un 6% di volume alcolico, amarezza pari a 40 IBU (International Bitterness Unit) e di una temperatura di servizio consigliata tra i 6 °C e gli 8 °C. Magari in abbinamento a un bel piatto di pollo speziato, carne alla griglia oppure con del formaggio erborinato. Ma anche da sola, grazie all’equilibrio e alla scorrevolezza, che la rendono scelta ideale per la bella stagione.

Peroni, nel nuovo spot TV tutta la qualità della birra più amata - 03/05/2018
Un racconto di qualità e passione, con una voce narrante d’eccezione: una spiga d’orzo che – dopo aver volteggiato tra campi d’orzo, malteria e birrificio – conclude il suo viaggio nel contesto che, da sempre, caratterizza il rapporto tra gli italiani con la birra più amata e cioè la convivialità e il piacere dello stare insieme a tavola. Peroni torna on-air con uno spot sui principali canali TV. Trenta secondi capaci di raccontare la qualità degli ingredienti utilizzati, a cominciare dal Malto 100% italiano. E la passione, quella degli agricoltori della filiera Peroni che, giorno dopo giorno, lavorano “sul campo” per dare vita a un prodotto unico. Quello della “spiga Peroni” è un vero e proprio “viaggio della qualità” che parte dalle campagne del Centro Italia, e in particolare da quelle nei pressi di Viterbo, non lontano dalle sponde del lago di Bracciano. È qui che la filiera agricola alla base della qualità Peroni coltiva l’orzo che diventerà poi Malto 100% italiano, una volta lavorato presso la malteria di Birra Peroni a Pomezia. Un luogo che, in occasione dello spot, apre idealmente le sue porte così come accade nel passaggio successivo, per il birrificio – in questo caso lo storico stabilimento di Roma – dove il gusto vero e autentico di Peroni prende forma grazie al lavoro dei mastri birrai. La pianificazione dello spot ha vissuto una fase chiave di presenza in TV già nel periodo pasquale, con il culmine che sarà raggiunto nel periodo estivo.

Lanciata in Italia la birra giapponese No1 Asahi Super Dry - 03/05/2018
Asahi Super Dry, la birra super premium più venduta in Giappone, che ha rivoluzionato il panorama birrario internazionale grazie alla sua caratteristica “dry” in giapponese “Karakuchi”, è stata presentata recentemente durante un evento. Per la produzione il Gruppo Asahi ha scelto lo stabilimento di Padova che fornirà sia il mercato italiano sia tutto il mercato europeo. «È per noi una grandissima soddisfazione presentare un marchio unico nel suo genere e così rappresentativo dell’eccellenza giapponese in Italia» ha dichiarato Sabrina Fontana, Marketing Manager Asahi Super Dry. «Siamo sicuri che anche in Italia, Paese così attento all’eccellenza, alla qualità e allo stile, questo brand avrà un grande successo per la caratteristica unica super dry che porta questo brand oltre i confini della birra». Nel corso dell’evento, a sottolineare l’unicità del gusto di Asahi Super Dry ha contribuito lo chef stellato Michelin Yoji Tokuyoshi, che ha saputo creare una nuova cucina italiana rispettandone la tradizione ma riuscendo a conciliarla con la sensibilità e la cura del dettaglio giapponese. Lo chef ha presentato agli ospiti il concetto di “Karakuchi”, attraverso abbinamenti studiati per esaltare le caratteristiche delle portate grazie al gusto pulito e secco di Asahi Super Dry, sottolineando così il perfetto connubio tra l’eccellenza italiana e quella giapponese. La serata si è svolta in un loft milanese allestito con elementi iconici che evocano l’innovazione, la ricerca della perfezione e quanto di più legato alla cultura giapponese più evoluta accompagnati dalle sonorità dei DJ Hirokömeister e Gak Sato.

Nastro Azzurro Crowd. Al via il crowdfunding a supporto dell’innovazione e della creatività “made in Italy” - 03/05/2018
Torna l’iniziativa di Nastro Azzurro, la birra premium più bevuta al mondo che da sempre sostiene i giovani talenti, in collaborazione con Eppela, principale piattaforma di crowdfunding reward-based e generalista, allo scopo di promuovere e sostenere le idee più innovative dei giovani talenti italiani. La passata edizione ha permesso il finanziamento di numerosi progetti, per un totale raccolto di circa 140.000 euro di cui la metà cofinanziata da Nastro Azzurro. Le idee finanziate nel 2017 “guardano lontano”. Fra queste: Uptitude, gli occhiali da sole prodotti riciclando vecchi sci e vecchie tavole da snowboard; Restart4smart, un team di studenti universitari che mira a sviluppare la trasmissione della conoscenza e della ricerca nel campo delle energie rinnovabili e dell’architettura sostenibile; Quakebots, il monitor sismico per una casa sempre al sicuro; Shike, il servizio di bike sharing senza stazioni e Oppiper, l’app che permette di connettere con un semplice click artisti, locali e pubblico. Quest’anno i progetti dovranno riguardare i seguenti ambiti: musica, food, arte, design, fotografia e bartendering. Le idee proposte dovranno avere una forte connotazione innovativa unita a una spiccata creatività, perché possano costituire una novità esclusiva in linea con i principali trend di mercato. Ciascun progettista dovrà definire un budget per la realizzazione della propria idea; al raggiungimento del 50% della cifra indicata, scatterà automaticamente il cofinanziamento da parte di Nastro Azzurro per un massimo di 5.000 euro per progetto. Per prendere parte all’iniziativa le idee potranno essere presentate, già a partire da adesso, attraverso l’iscrizione alla piattaforma Eppela.com. L’iniziativa avverrà attraverso 4 call distribuite durante l’anno: 1° call: 19 marzo - 27 aprile; 2° call: 07 maggio - 15 giugno; 3° call: 25 giugno - 03 agosto; 4° call: 10 settembre - 19 ottobre. L’edizione 2018 porrà l’accento sulla tecnologia a servizio dell’arte e della realizzazione di eventi, sul tema dell’innovazione a tutto tondo, dall’ambito food al settore audiovisivo.

Birre artigianali, “Geile Weine” e poke di salmone in BIZclass - 03/05/2018
Eurowings, attualmente la compagnia aerea europea in più rapida crescita, sta per diventare, con il Düsseldorf-New York, la prima low-cost dotata di business class – BIZclass – che promette inoltre un sofisticatissimo catering di bordo. Perfetta per viaggi long-haul in completo relax, un piacere per tutti i sensi. La caratteristica principale della BIZclass è la poltrona completamente reclinabile: alla semplice pressione di un bottone si trasforma automaticamente in un letto di due metri. La collaborazione con giovani partner entusiasti promette inoltre che il comfort dei passeggeri di BIZclass sarà in ottime mani. Già all’atto della prenotazione i passeggeri di BIZclass possono pregustare una fresca birra artigianale del birrificio di Monaco “Crew Republic”, un Sauvignon Blanc secco della start-up di Magonza “Geile Weine” (“Vini Strepitosi”) o un te biologico dall’aroma intenso di Pukka. Il menu di tre portate di alta qualità che Eurowings servirà ai passeggeri di BIZclass sopra le nuvole, saprà stupire tutti i buongustai che apprezzano una cucina sofisticata e sana con un tocco moderno. Dal poke di salmone o tonno ai soba noodles con i funghi shitake o un tradizionale gulasch di manzo, i passeggeri di BIZclass potranno sicuramente apprezzare il valore del loro viaggio grazie al menu scelto dagli Sky Chefs LSG

Nuova 9 Luppoli Bohemian Pils del Birrificio Angelo Poretti - 03/05/2018
Dopo la 9 Luppoli American IPA e la 9 Luppoli Belgian Blanche, il percorso nella cultura e nei diversi stili birrari avviato dal Birrificio Angelo Poretti con la gamma 9 Luppoli – Le Oltreconfine si arricchisce di un’ulteriore tappa nella rinomata tradizione della Boemia con la nuova 9 Luppoli Bohemian Pils. 9 Luppoli Bohemian Pils è una lager di carattere. Per i Mastri Birrai del Birrificio Angelo Poretti interpretare in modo impeccabile e allo stesso tempo personale lo stile Bohemian Pilsner è stato come ripercorrere il viaggio compiuto dal fondatore nell’Ottocento. Angelo Poretti, infatti, parte giovane da Varese verso luoghi come la Boemia, l’Austria e la Baviera, dove impara le ricette e i segreti del “saper fare” una buona birra, per poi rientrare in Italia e costruire il proprio Birrificio. La nuova 9 Luppoli Bohemian Pils del Birrificio Angelo Poretti incarna al meglio l’originale stile Bohemian Pilsner. Le sue caratteristiche distintive, infatti, risiedono nella dominanza del luppolo Saaz, la cui migliore qualità proviene dalla Boemia, che conferisce alla 9 Luppoli Bohemian Pils un carattere deciso e speziato. Il risultato è una birra a bassa fermentazione e dall’amaro deciso.

Online i nuovi siti web di Dibevit e Bièrethèque - 03/05/2018
La cultura della birra si rinnova. Dibevit Import, società del Gruppo Heineken da vent’anni specializzata nell’importazione e distribuzione di birre premium e speciali, e Bièrethèque, l’innovativo progetto ideato nel 2004 da Dibevit e dedicato ai gestori più importanti per diffondere la cultura della birra e offrire loro un’ampia e completa gamma di prodotti e servizi che li aiutino a diventare un punto di riferimento anche per i clienti più esigenti, presentano i loro due nuovi siti web: www.dibevit.it e www.bieretheque.it. Parole d’ordine: intuitività e immediatezza. Con una grafica totalmente rinnovata, un linguaggio chiaro e accattivante, una navigazione più veloce ed efficace, i due siti raccontano il mondo della birra come mai prima, diventando luoghi privilegiati di informazione e scoperta, per appassionati, esperti o semplici «luppolo-curiosi». Con i caratteristici colori giallo – nero – bianco, il sito di Dibevit Import, dedicato al mondo della birra, mette a disposizione dei visitatori un sistema di ricerca semplicissimo che consente di spaziare tra le tantissime referenze della società che da oltre 20 anni mette tutta la sua passione ed esperienza al servizio dei propri clienti Horeca e Gdo, selezionando e importando i migliori marchi birrari di tutto il mondo. Ogni birra, infatti, potrà essere ricercata per «nazione» di produzione (Australia, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Messico, Olanda e USA), per «tipologia» (Abbazia, Ale, Analcolica, Bière de Garde, Blanche, Bock, Inda Pale ale, Lager, Lambic, Pale Ale, Pale Lager, Pils, Scotch Ale, Sour, Speciale, Stagionale, Stout, Strong Ale, Strong Lager, Trappista, Weizen) e per «fermentazione» (bassa, alta, rifermentata e spontanea), con la possibilità di applicare anche ulteriori filtri come «formato» e «selezione Horeca o Gdo». Non solo: con un semplice accesso al sito si potrà scoprire come servire ogni birra nel bicchiere più appropriato e alla temperatura più adeguata e con la funzionalità «My Menu» si potrà accedere a un’area dedicata alla creazione di materiali personalizzati. Il tutto, senza dimenticare le sezioni: «Chi siamo», «Birra», «Sidro», «Horeca», «Gdo», «News&eventi», «Il prodotto» e «Contatti» con accessi diretti ai cataloghi immediatamente scaricabili. Altrettanto coinvolgente e intuitivo il sito di Bièrethèque, dedicato al mondo dell’Horeca, nato su colori più forti, dal nero al rosso, inneggiando all’intensa energia sprigionata dal mondo delle birre speciali. La grafica dinamica e i contenuti accattivanti, rendono la fruizione ancora più semplice. E questo, anche grazie a schede prodotto sempre più chiare pensate per mettere in risalto le caratteristiche principali di ogni prodotto. Anche in questo caso, il menu offre numerose opzioni di navigazione: «Chi siamo», «Selezione bottiglie», «Selezione fusti», «Selezione stagionali», «Esclusiva Horeca», «Cerca una birra», «News&eventi», «Prodotto», «Contatti» e le sezioni «My Menu» e «Servizio clienti» con il collegamento diretto al sito di Dibevit. Ma non è tutto: sono sempre disponibili le «Selezioni degli esperti», la sezione «Storie di Birra» per accedere a tutte le curiosità sulle bionde, le rosse e le scure più amate di sempre come, ad esempio, ricette, tecniche di produzione, ingredienti e menu a tema. E tanta voglia di condividere con i canali social.

Birra, Peroni Cruda è la lager dell’anno - 03/05/2018
Peroni Cruda è la birra lager dell’anno. Il prestigioso riconoscimento è arrivato nel corso del New York International Beer Competition 2018, dove la “non pastorizzata” della famiglia Peroni è stata insignita del titolo di International Style Lager of The Year, cioè la miglior birra a livello internazionale della sua categoria. Peroni Cruda si è distinta tra le oltre 600 birre, provenienti da 14 Paesi, sottoposte al giudizio di una giuria qualificata e secondo un processo valutativo oggettivo. Le birre in concorso vengono presentate ai giudici in bicchieri “codificati”, in modo totalmente anonimo, così da evitare che ciascun prodotto possa essere ricondotto a specifici marchi, influenzando l’esito della valutazione. La giuria è presieduta da Adam Levy, fondatore del The International Beverage Competition Group. «Si tratta di un successo – ha detto Cristiano Marroni Darena, Marketing Manager Peroni Family – che conferma come la qualità di Peroni Cruda venga riconosciuta e attestata anche da esperti del settore. Oltre a essere nominata miglior birra a livello internazionale della sua categoria, il nostro prodotto ha ottenuto anche la medaglia d’oro come International Style Lager. Sono due – aggiunge – i fattori che determinano la qualità di Peroni Cruda: il Malto 100% Italiano e il processo produttivo che, grazie alle basse temperature e alla microfiltrazione dei lieviti, garantisce un prodotto stabile nel tempo che mantiene, a ogni assaggio, la stessa freschezza della birra come appena spillata in birrificio. Ecco perché Peroni Cruda è buona come appena fatta e rende il privilegio dei nostri mastri birrai un piacere per tutti».

Birra Morena Lucana Bio - 03/05/2018
Birra Morena Lucana Bio, la birra per gli amanti della natura non solo è biologica certificata da Bioagricert, ma da oggi è anche Vegana certificata da Veganok, il più diffuso marchio di qualità europeo, garanzia di un prodotto realizzato con una speciale attenzione all’ambiente e alla natura, proprio per chi ama uno stile di vita vegano! Prodotta con materie prime biologiche lucane è la birra giusta da gustare con l’arrivo della primavera e dell’estate. Provatela subito.

Pagine totali: 75 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 ]