English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


Io… Sprizzerò. E voi? - 07/05/2012
Prodotto secondo una ricetta segreta di famiglia contenente vini italiani di qualità, erbe aromatiche e ingredienti naturali provenienti dalle Dolomiti, Sprizzerò è un aperitivo leggero e legato alla cultura del buon bere di tradizione italiana. Bibita di successo in diversi Paesi europei, Sprizzerò viene proposto al consumo in una vivace e briosa lattina di colore arancione. Ideale come aperitivo, può essere sorseggiato direttamente dalla lattina, con l’ausilio di una cannuccia, oppure versato in un bicchiere bello capiente con l’aggiunta di ghiaccio, fetta d’arancia e fogliolina di menta. Unico ma al tempo stesso versatile, Sprizzerò originale è un aperitivo di qualità, molto innovativo nel gusto e nella modalità di consumo e indicato per tutti quelli che Si identificano con il marchio Yoga, brand di punta del gruppo Conserve Italia. Il nome completo della linea, però, è Yoga Bio e include quattro gusti scelti per soddisfare quelli che amano bere biologico anche al bar. Proposti nella bottiglietta da 200 ml, la gamma include tre classici nettari – pera, pesca, albicocca – e mela 100% torbida: quattro scelte naturali per un unico, autentico piacere. Disponibile solo per il canale bar, Yoga Bio è prodotto con materie prime italiane provenienti da agricoltura biologica, controllate e certificate in ogni fase dal CCPB (Consorzio Controllo Prodotti Biologici). E ancora: la caratteristica più importante è costituita dallo zucchero di canna biologico scelto per rendere più gustose e genuine le ricette e per valorizzare al massimo i concetti di benessere e salubrità. Il packaging propone un’immagine fresca e naturale, sicuramente apprezzata dal consumatore di riferimento. G.P. sanno godersi la vita. Venduto da De Martin di Salisburgo, l’azienda austriaca è interessata a trovare un distributore per il nostro Paese.

Starbucks testa il Prosecco Superiore di Canella - 07/05/2012
Starbucks ha intrapreso un test in 25 locali per verificare l’opportunità di servire il vino ai propri clienti dopo le ore 16.00 pomeridiane. Se il test funzionerà, nel senso di fornire esiti confortanti, l’esperimento verrà esteso in molti altri punti vendita ubicati sul territorio degli Stati Uniti d’America. Per la lista sono stati selezionati otto vini: quattro rossi, tre bianchi e un Prosecco. I vini vengono serviti al bicchiere e sono quasi tutti di produzione americana tranne uno, di provenienza argentina. Il Prosecco Superiore di Casa Vinicola Canella, invece, viene servito in bottiglia per dare al cliente un prodotto sempre perfettamente spumante. «Questa scelta – osserva Lorenzo Canella, uno dei titolari – è una grandissima possibilità di comunicazione perché il consumatore vede che cosa sta bevendo, ovvero un Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene prodotto da noi». Il contenuto della bottiglia equivale a 187 ml e la chiusura, con un nuovo tappo a vite lungo e facile da aprire, preserva perfettamente l’effervescenza.

Succhi di frutta biologici per il bar - 07/05/2012
Si identificano con il marchio Yoga, brand di punta del gruppo Conserve Italia. Il nome completo della linea, però, è Yoga Bio e include quattro gusti scelti per soddisfare quelli che amano bere biologico anche al bar. Proposti nella bottiglietta da 200 ml, la gamma include tre classici nettari – pera, pesca, albicocca – e mela 100% torbida: quattro scelte naturali per un unico, autentico piacere. Disponibile solo per il canale bar, Yoga Bio è prodotto con materie prime italiane provenienti da agricoltura biologica, controllate e certificate in ogni fase dal CCPB (Consorzio Controllo Prodotti Biologici). E ancora: la caratteristica più importante è costituita dallo zucchero di canna biologico scelto per rendere più gustose e genuine le ricette e per valorizzare al massimo i concetti di benessere e salubrità. Il packaging propone un’immagine fresca e naturale, sicuramente apprezzata dal consumatore di riferimento.

Con questo di Bologna i ristoranti sono 72 - 07/05/2012
Burger King ha inaugurato a Bologna un nuovo locale della sua catena. Dispone di 128 posti a sedere e osserva il seguente orario di apertura: da domenica a giovedì (11.00–23.00); da venerdì a sabato (11.00–24.00). Gestito dalla società Mister Crab, il locale si avvale della collaborazione di 28 persone. Il nuovo ristorante di Bologna è dotato di modernissime installazioni tipo menu board e schermo a cristalli liquidi LCD. Particolarmente curato anche l’aspetto grafico con segnaletiche ben visibili che riportano sia le diciture Home of the Whopper® sia le indicazioni inerenti i posti a sedere disponibili in diverse soluzioni: panchette, separè, tavoli, angolo bar. Il locale, inoltre, è dotato di una nuova griglia su cui cucinare diversi tipi di carne e nuove friggitrici. «Burger King Corp. – afferma Juan Olave, General Manager del brand Burger King per la Divisione Mediterranea (Italia, Spagna, Malta, Portogallo) – fa leva sul modello di business del franchising per l’espansione del brand in nuovi mercati».

Nominato il nuovo presidente - 07/05/2012
L’assemblea dei soci del Consorzio Tutela Speck Alto Adige ha conferito ad Andreas Moser, socio fondatore del consorzio e consigliere dal 1997, l’incarico di presidente per i prossimi tre anni. Moser succede a Franz Senfter che, dopo vent’anni di presidenza, lascia spazio alla generazione più giovane. «L’elezione a presidente del Consorzio Tutela Speck Alto Adige mi ha sorpreso ma il nuovo incarico, e la fiducia datami, sono una sfida che accetto volentieri» ha commentato Andreas Moser. Il Consorzio Tutela Speck Alto Adige è stato costituito nel 1992 e, da allora, fra i suoi compiti principali ci sono la garanzia della qualità del prodotto Speck Alto Adige e la sua promozione, la difesa del marchio contro usi illeciti, della denominazione ‘Speck Alto Adige’ e lo sviluppo di iniziative di marketing. Markus Gasser è stato riconfermato in qualità di vicepresidente.

Insalate Italiane… attracca Nominato il nuovo presidente sulle coste della Manica - 07/05/2012
Dopo aver inaugurato, meno di due anni fa, il primo punto vendita a Milano e, pochi mesi dopo, aver ‘concesso il bis’ sempre nel capoluogo lombardo, Insalate Italiane, marchio di fast food del benessere arriva nel sud dell’Inghilterra, nella cittadina balneare di Bournemouth. Anche il terzo punto vendita attua la formula del franchising implementata grazie alla consulenza di BRD Consulting – società di consulenza aziendale focalizzata sullo sviluppo di reti di vendita dirette o in franchising – che segue per Insalate Italiane l’apertura dei nuovi punti (diretti e indiretti). La direzione del locale è stata affidata a Marcello Piazza, già executive chef di Alshaya in Kuwait. Come nei punti vendita italiani anche in quello di Bournemouth si può scegliere tra più di 6.000 mila insalate, cous cous caldi di verdure o di pollo, insalate di riso, tramezzini, sandwich ‘su misura’, macedonie e frullati secondo la formula del ‘peso e pago’ optando cioè per il prezzo più consono alla propria fame e alla propria voglia di spendere.

Parte l’attività di TradeLab Spa - 07/05/2012
Il mercato ha un nuovo ‘player’ in fatto di progettazione e implementazione dell’analisi e della consulenza legata alle strategie d’impresa: TradeLab Spa. La nuova azienda – nata dalla fusione di TradeLab Srl, società di analisi e consulenza nel trade marketing, e Retail Siting Srl, società di consulenza specializzata in retail marketing – offre supporti integrati per rendere più efficienti i rapporti all’interno della filiera distributiva migliorando le performance di catene distributive e punti vendita. TradeLab Spa opererà in diversi settori: largo consumo Away From Home & At Home, Retail Food & Non Food, bancario e finanziario. «Il progetto – spiega Mauro Lamparelli, Partner & Direttore Sviluppo di TradeLab – nasce dalla volontà di affermarsi con un’offerta completa e sinergica attraverso l’integrazione del know how e del portafoglio di prodotti e di servizi delle due società che da sempre si avvalgono di professionisti con una forte identità specialistica».

Prodotto dell’anno 2012 - 07/05/2012
Per la terza volta consecutiva il premio ‘Eletto Prodotto dell’Anno’ è stato appannaggio del gruppo veneto San Benedetto. Il prodotto vincente è risultato l’Acqua Minerale San Benedetto nelle due versioni, frizzante e leggermente frizzante, entrambe in bottiglia da 1,5L. Il riconoscimento, promosso dalla società Marketing e Innovazione Italia, viene attribuito sulla base di un’indagine che TNS Italia svolge su un campione di oltre dodici mila consumatori italiani. La linea dedicata all’acqua gassata ribadisce l’impegno del Gruppo veneto nell’ambito della ricerca e dell’innovazione senza trascurare qualità, sicurezza, benessere e, last but not least, il design. L’affermazione di quest’anno segue quelle del Thè Verde San Benedetto nel 2010 e, nel 2011, di Easy, la bottiglia di acqua minerale naturale da un litro in un formato pratico e supercompatto.

Per il 2012 previsioni positive - 07/05/2012
CIR Food, azienda italiana di primaria importanza nel settore dei servizi di ristorazione, ha presentato il budget per il 2012. Le previsioni, nonostante il contesto economico e finanziario difficile, sono positive sia per il fatturato stimato di 486,1 milioni di euro (+3,3% rispetto al 2011) sia per il risultato netto atteso (7,1 milioni di euro). Le previsioni di crescita sono proporzionalmente distribuite nelle sedici regioni dove CIR Food opera e, relativamente ai segmenti di attività, le maggiori aspettative sono focalizzate sul mercato dei buoni pasto e della ristorazione collettiva dove sono in programma nuove acquisizioni. Nel 2012 i pasti prodotti e distribuiti nelle 1.200 strutture gestite da CIR Food saranno 78 milioni. Gli investimenti previsti ammontano a 15 milioni di euro e sono destinati a immobili, attrezzature, sistemi informativi gestionali e nuove aperture sul territorio nazionale; 4 milioni, invece, saranno usati per la formazione del personale, la sicurezza igienico sanitaria e del lavoro, l’implementazione dei sistemi di qualità e l’innovazione.

Il contorno con una marcia in più - 17/02/2012
Fornitore di soluzioni innovative e di elevato valore aggiunto per i ristoratori, McCain presenta le Wedgehouse, maxi spicchi di patata dal taglio lungo e sottile. Perfette per conferire gusto e croccantezza a ogni tipo di menu, le Wedgehouse accompagnano piatti unici, di pesce o di carne, e, servite da sole, soddisfano anche come snack sfizioso e saporito. Tracciabili ‘dal campo al piatto’, le Wedgehouse assicurano numerosi vantaggi, soprattutto in termini di resa. Infatti, le caratteristiche di taglio e la forma allungata permettono, con pochi pezzi, di creare contorni abbondanti e invitanti, ottimizzando il numero di porzioni rispetto a ogni kg di prodotto acquistato. In friggitrice per una cottura veloce e croccante, o al forno per una doratura più completa, le Wedgehouse sono pratiche e veloci da preparare. Inoltre, grazie all’alta qualità delle materie prime scelte da McCain, restano calde e croccanti anche dopo dieci minuti dalla cottura.

Pagine totali: 33 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 ]