English

TuttoPress

vai alla pagina dell'annuario 2017Ó/></a>
            	<a href=vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista vai alla pagina della rivista

CERCA TRA LE NEWS:


Marco Jesi per lo sviluppo di Star - 25/07/2013
Dell’advisory board del Gruppo Gallina Blanca Star, leader internazionale nel settore alimentare, entra a far parte Marco Jesi. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Milano, Marco Jesi, 63 anni, ha maturato una lunga e profonda esperienza in grandi multinazionali nell’ambito del settore alimentare e dei prodotti di largo consumo, ricoprendo posizioni manageriali in aziende internazionali quali Unilever, Johnson Wax, Krafts Foods, Pepsico ed altre. Attualmente fa parte del consiglio di amministrazione di Autogrill Spa, Parmalat Spa e Safilo Spa. Grazie all’esperienza e all’approfondita conoscenza del mercato italiano, Marco Jesi supporterà la direzione centrale del Gruppo nello sviluppo di Star in Italia.

Pincelli nuovo direttore generale PepsiCo - 25/07/2013
Marcello Pincelli è il nuovo direttore generale e amministratore delegato di PepsiCo Beverages Italia. Modenese, 43 anni, Pincelli inizia la sua brillante carriera nel 1996 in Colgate - Palmolive, passando, dopo 9 anni, al Gruppo Granarolo, con ruoli di crescente responsabilità. Nel 2008 entra in PepsiCo Beverages Italia come direttore vendite e, dopo 3 anni, assume un incarico manageriale per PepsiCo Europe come international & global customer director, ottenendo risultati importanti che gli permettono la promozione, dal 1° maggio, ad amministratore delegato e direttore generale della sede italiana della multinazionale americana.

Pasquariello, prima donna presidente del gruppo - 25/07/2013
Antonella Pasquariello è il nuovo presidente di Camst, importante gruppo della ristorazione collettiva e commerciale con 11.000 dipendenti e un fatturato di un miliardo di euro. Già direttore immagine e relazioni esterne, Antonella Pasquariello succede a Paolo Genco, dimessosi dalla presidenza per raggiunti limiti di età. Prima donna in questo ruolo all’interno del gruppo, Antonella Pasquariello è il decimo presidente di Camst in quasi 70 anni di storia. Nata a Bologna nel 1954, dopo la laurea in chimica e tecnologia farmaceutiche con una tesi in scienze dell’alimentazione, Antonella Pasquariello ha iniziato a lavorare in Camst nel 1981. «Ringrazio il consiglio di amministrazione della cooperativa – ha dichiarato la neo presidente – per avermi affidato questo prestigioso incarico. Lavoro per Camst da oltre 30 anni e ho vissuto in prima persona la crescita della nostra azienda, che è oggi protagonista nel mercato della ristorazione italiana. Nonostante il contesto di crisi economica in cui ci troviamo ad operare, anche quest’anno Camst ha previsto investimenti per 24 milioni di euro, che ci permetteranno di innovare e continuare a essere attori importanti sul mercato. La mia nomina assume anche un significato importante per le tante donne che operano in Camst, che costituiscono l’86% della forza lavoro della nostra azienda».

Oscar per l’ambiente - 29/04/2013
I ristoranti del Gruppo Ethos hanno conquistato il premio per la sana alimentazione e la qualità gastronomica, una delle cinque categorie degli Oscar dell’Ecoturismo di Legambiente. Grani & Braci, Tondo, Acqua & Farina, Sanmauro e Risoamaro hanno ottenuto il riconoscimento per avere introdotto nella propria offerta numerosi prodotti biologici (olio, caffè, farine, pasta, birre e un piatto per ogni portata), oltre che per l’ideazione, lo sviluppo e il successo del progetto ‘100 Giorni di Frutta’ volto a stimolare l’educazione alimentare dei più piccoli. I premi di Legambiente vogliono sottolineare come sia possibile fare green economy nel pieno rispetto dell’ambiente, valorizzando territori e risorse locali e rilanciando l’economia del Paese. Nell’aprile del 2010, il Gruppo Ethos ha siglato un accordo con Legambiente sottoscrivendo il decalogo ambientalista e impegnandosi a realizzare, nei propri ristoranti, numerose azioni di ecosostenibilità: dall’attenzione per la raccolta dei rifiuti al risparmio energetico, dall’alimentazione alla gastronomia.

Nel cuore della City il panino made in Italy - 29/04/2013
A Londra, a pochi minuti dalla cattedrale di St. Paul e dal grattacielo di Norman Foster, Panino Giusto apre i battenti in un palazzo di grande valore storico e artistico. Da lunedì a venerdì, dalle 11.30 a mezzanotte, i clienti qui possono trovare le eccellenze enogastronomiche tipicamente italiane firmate Panino Giusto, tra cui i 5 Leoni d’Oro, i panini di punta del brand: Tartufo, Garibaldino, Diplomatico, Giusto e Montagu. Il tutto su una superficie prevista di circa 250 mq suddivisi su diversi livelli, 30 posti al piano terra e 60 al piano interrato, risultato di un progetto design, come da tradizione particolarmente accurato, affidato in questo caso al rinomato studio londinese Fusion DNA, che reinterpreta l’essenza di Panino Giusto omaggiando le origini milanesi del brand. Forte dell’esperienza di Panino Giusto in Italia (22 locali) e all’estero (5 locali in Giappone), il locale londinese sposa in pieno la nuova filosofia aziendale votata all’internazionalità ma sempre nel rispetto della propria storia e identità.

Angolo partenopeo a Bergamo - 29/04/2013
Nuova apertura per Rossopomodoro. Da marzo, in Via Angelo Maj 7, nel cuore di Bergamo, là dove sorgeva una vecchia officina, è ora possibile apprezzare la gastronomia partenopea in una formula che ha fatto leva sulla selezione delle materie prime, in molti casi prodotte in esclusiva o Presidio Slow Food. Il locale, in cemento armato a vista con poche modifiche rispetto alla struttura iniziale, offre un’area di circa 700 mq divisi tra piano terra, soppalco e seminterrato con 170 posti a sedere. Il layout ha rispettato la natura dell’ ‘officina’ e le fioriere e le panche all’esterno del locale, che verranno realizzate con i pneumatici di auto e tir, ne saranno evidente testimonianza. Secondo le strategie di sviluppo della Sebeto Spa, anche questo locale è in franchising e alla sua guida troviamo Paolo Balestriero e Luigi Menegatti. Cuore della pizzeria sono i due forni a legna tradizionali.

La peperonata (e non solo) è servita! - 07/03/2013
L’azienda Ponti, per quanto concerne il segmento del food service, si presenta con una doppia proposta a base di peperoni: la Peperonata Ponti e i Filetti di Peperoni Ponti. Golosa e succulenta, la peperonata lavorata dal fresco è composta da peperoni rossi e gialli già cotti e pronti all’uso. Ideale per un contorno, è sempre a portata di mano per insaporire un secondo piatto ma si presta anche come ottimo ingrediente per piatti più elaborati. I filetti di peperoni, di tre colori e governati in un liquido agrodolce, sono preparati con materie prime scelte e di ottima consistenza dal punto di vista della polpa. Eccellenti per farcire panini, insaporire pizze o antipasti, sono indicati anche per dare un tocco di colore a diversi piatti.

Mai stato così facile cuocere - 07/03/2013
La facilità d’utilizzo, grazie al nuovo pannello touch screen, è la principale caratteristica di X, il modello top di gamma della linea CombiTecno di Olis. E’ dotato di un display ad alta definizione a colori e luminosità regolabile, con oltre a 130 ricette già in memoria che possono essere modificate a piacimento e 400 programmi di cottura inseribili manualmente in sequenza automatica. Inoltre, X attraverso una sonda esterna multi punto controlla la temperatura dei cibi durante la cottura, fermando automaticamente il forno nel momento in cui il piatto è pronto. La funzione Combi Clima, poi, mantiene costante la percentuale di umidità a seconda del metodo di cottura utilizzato, un sistema di controllo particolarmente indicato per la rimessa in temperatura di cibi precedentemente cotti, abbattuti e conservati in frigorifero. La pulizia e la sanificazione sono affidate ad un dispositivo integrato nel forno che, senza nemmeno dover aprire la porta o raffreddare, in qualsiasi momento della giornata spruzza acqua e detergente nella camera.

Nostrano come il pane di una volta - 07/03/2013
Nostrano è il semilavorato per i professionisti della panificazione di Italmill. Dalla semina del grano alla molitura delle farine, il prodotto è garantito in tutta la filiera. Ottenuto solo con semi italiani e da coltivazioni nel delta del Po, è garantito dal marchio QC rilasciato dalla regione Emilia Romagna. L’utilizzo è semplice: si deve aggiungere solamente l’acqua e creare tutte le pezzature di pane che si desidera, dalla piccola alla grande. Il lievito madre contenuto in Nostrano è prodotto da Italmill prelevando un pezzo di madre e aggiungendo esclusivamente acqua e farina. Il risultato è un pane a lunga conservazione, digeribile e saporito. Nostrano è pensato per facilitare il lavoro dei professionisti della panificazione, dando ai loro clienti un pane col tipico sapore del pane di una volta.

Il restyling della linea Oli di semi - 07/03/2013
Oleificio Zucchi, azienda specializzata nella fornitura di marche private e nella produzione di oli d’oliva e oli di semi a marchio proprio, propone un nuovo packaging per dare freschezza e risalto alle referenze della linea che include: Olio di semi di Girasole, Olio di semi di Arachide, Olio di semi di Mais, Olio di semi di Soia, Olio di semi di Girasole Altoleico, Olio di Vinacciolo e Prodotto per Friggere. Il formato disponibile, collocato nella fascia medio–alta del canale horeca, è la bottiglia da 1 litro in Pet con l’etichetta ‘sleeve’ che si sviluppa attorno al contenitore. La grafica dell’etichetta è caratterizzata da un fondo scuro, comune a tutti i prodotti della linea, alternato da trasparenze e grafiche specifiche per i singoli prodotti. I tappi, inoltre, sono colorati proprio per facilitare l’individuazione delle referenze preposte per friggere e quelle per altri usi di cucina.

Pagine totali: 33 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 ]